Domenica, 28 Novembre 2021

DISTINGUE IL NOSTRO PARTITO: La linea da Marx a Lenin alla fondazione dell’Internazionale comunista e del Partito Comunista d’Italia; alla lotta della sinistra comunista contro la degenerazione dell’Internazionale; contro la teoria del socialismo in un Paese solo e la controrivoluzione stalinista; al rifiuto dei fronti popolari e dei blocchi partigiani e nazionali; la dura opera del restauro della dottrina e dell’organo rivoluzionario a contatto con la classe operaia, fuori dal politicantismo personale ed elettoralesco. 


Solidarietà con gli arrestati di Torino

  • Categoria: n. 02, marzo-aprile 2019
  • Pubblicato: Lunedì, 11 Febbraio 2019 18:45

Il fatto che dagli anarchici ci dividano da sempre questioni vitali di principio e di teoria, di tattica e di organizzazione, non c'impedisce certo di manifestare la nostra solidarietà ai militanti arrestati e sotto processo, a seguito dello sgombero dello storico centro sociale Asilo, di Torino.

Anche loro, come – da tempo – le lavoratrici e i lavoratori della logistica e di altri settori in lotta, sono vittime del progressivo inasprimento della legislazione repressiva e terroristica statale che si sta sempre più affermando in perfetta e totale continuità con le misure anti-proletarie via via adottate da tutti i governi precedenti, fino a quelle contenute nel famigerato Codice Rocco di mussoliniana memoria e mai abrogate dalla “Repubblica democratica nata dalla Resistenza”.

La classe dominante borghese, resa esperta da secoli di esercizio del potere, conosce bene il proprio nemico storico – il proletariato – , tanto è vero che, nel suo mirino, ci sono soprattutto quei primi lavoratori che hanno cominciato a difendere i propri interessi, fuori e contro i sindacati istituzionali. Lo ripetiamo: il fascismo c'è già – si chiama “democrazia”!

E' bene che i proletari più coscienti, le avanguardie di lotta, si rendano conto al più presto di questa continuità repressiva e si organizzino per farvi fronte. Noi comunisti siamo al nostro posto.

11/2/2019

Punti di contatto:

Milano, via dei Cinquecento n. 25 (citofono Istituto Programma), (lunedì dalle 18) (zona Piazzale Corvetto: Metro 3, Bus 77 e 95)
Messina, Piazza Cairoli - l’ultimo sabato del mese, dalle 16,30 alle 18,30)
Roma, via dei Campani, 73 - c/o “Anomalia” (primo martedì del mese, dalle 17,30)
Benevento, c/o Centro sociale LapAsilo 31, via Firenze 1 (primo venerdì del mese, dalle ore 19)
Berlino, ogni ultimo giovedì del mese dalle ore 19, presso il Cafè Comunista, RAUM, Rungestrasse 20, 10179 Berlino.
Bolognac/o Circolo ARCI Guernelli - via Gandusio 6 - 40128 Bologna (Prossime date e orari: 9/10, 27/11, 11/12, 29/1, 26/2, 26/3; dalle 15,30 alle 17,30)
Torino, nuovo punto di incontro presso Bar “Pietro”, via S. Domenico 34 (sabato 09 ottobre 2021, dalle 15.30)

Articoli su COVID-19

L’uso sociale dell’epidemia ( Il programma comunista, n°2/3, 2020)
Quali emergenze? ( Il programma comunista, n°2/3, 2020)
E dopo l'emergenza? ( Il programma comunista, n°2/3, 2020)
Il virus della crisi ( Il programma comunista, n°2/3, 2020)
Coronavirus: una miniera d'oro ( Il programma comunista, n°2/3, 2020)
Manifestazioni virali della crisi ( Il programma comunista, n°2/3, 2020)
Virus e lotta di classe ( Il programma comunista, n°4, 2020)
Coronavirus – Crisi – Resistenza ( Il programma comunista, n°2, 2021)
Piegheremo la schiena ancora una volta? ( Comunicato, 06/08/2021)

Informativa 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.  Per saperne di piu'