Lunedì, 14 Giugno 2021

DISTINGUE IL NOSTRO PARTITO: La linea da Marx a Lenin alla fondazione dell’Internazionale comunista e del Partito Comunista d’Italia; alla lotta della sinistra comunista contro la degenerazione dell’Internazionale; contro la teoria del socialismo in un Paese solo e la controrivoluzione stalinista; al rifiuto dei fronti popolari e dei blocchi partigiani e nazionali; la dura opera del restauro della dottrina e dell’organo rivoluzionario a contatto con la classe operaia, fuori dal politicantismo personale ed elettoralesco. 


Editoriali 1984-'99

  • Categoria: Indice Raccolte tematiche
  • Pubblicato: Venerdì, 01 Febbraio 2013 21:00

Sono qui riportati gli editoriali usciti in Programma comunista dal 1984 al 1999. Il carattere sintetico del contenuto politico degli editoriali permette di avere un quadro della situazione reale. Gli ultimi numeri del 1988 e i successivi del 1989 evidenziano la crisi economica e politica in Russia, crolla l'impalcatura statale e con essa cadono i miti dello stalinismo e la mistificazione socialista. Mutano gli antenati "socialisti" delle organizzazioni staliniste, i sessant'anni di menzogne vanno in frantumi. La lotta dei proletari palestinesi e la prima guerra del Golfo riportano i temi della guerra fra Stati e della guerra di classe, il pacifismo e il disfattismo, l' instabilità economica e la ricerca affannosa di un nuovo Ordine mondiale. La crisi del 1992 riapre la questione economico-sociale, lo Stato assistenziale, la corruzione politica, la lotta di difesa economica, gli scioperi (in Francia) e  la "pace sociale" coperta dittatorialmente dalle elezioni politiche. In primo piano ritorna la questione balcanica : quale "pace"per i Balcani? , "i nostri punti fermi per la ex Jugoslavia" sono i titoli dei nostri editoriali. Di nuovo nel 1996 la crisi economica torna a farsi sentire: globalizzazione, flessibilità, disoccupazione, lotta di difesa economica, immigrazione sono i temi che agitano la realtà sociale. Le lezioni degli scioperi sudcoreani del 1997 e la crisi dei paesi emergenti 1998-'99 riporta ancora al centro l'instabilità generale capitalistica: il mondo borghese ritorna ad essere in bilico e le tempeste sovrapproduttive preparano la guerra. L'Europa unita attorno all'Euro è il mezzo per rimettere in moto la grande economia tedesca.


1984

  • Riprendendo il cammino ( Il programma comunista, n°1)
  • Oraganizzarsi contro l'attacco del capitale( Il programma comunista, n°2)
  • Ritornare aii metodi e principi della lotta di classe ( Il programma comunista, n°3)
  • Situazione mondiale e prospettive derlla classe operaia( Il programma comunista, n°4)
  • Da dove veniamo e dove andiamo( Il programma comunista, n°5)
  • Ben venga l'Euroap degli scontri fra le classi( Il programma comunista, n°6)
  • I minartori inglesi insegnano( Il programma comunista, n°7)

1985

  • La nostra via diritta( Il programma comunista, n°1)
  • Dove va l'orgoglioso impero mondiale del dollaro( Il programma comunista, n°2)
  • Tutto un semestre di carnevalate democratiche( Il programma comunista, n°3)
  • Basta con le schede o il dialogo. Avanti con la lotta di classe!( Il programma comunista, n°4)
  • Per il capitale, l'austerità non basta ancora( Il programma comunista, n°5)
  • Affari nazionali e interessi proleatri fanno a pugni( Il programma comunista, n°6)

1986

  • Esplodono i nodi irrisolti dell'area mediterranea( Il programma comunista, n°1)
  • Nuove socialdemocrazie a congresso( Il programma comunista, n°2)
  • Contro la guerra imperialista, per la guerra di classe( Il programma comunista, n°3)
  • Un messaggio internazionale antiocapitalista da Cernobyl( Il programma comunista, n°4)
  • Verso una nuova recessione mondiale( Il programma comunista, n°5)
  • Dietro la faccia degli incontri sul "disarmo nucleare"( Il programma comunista, n°6)

1987

  • Caos borghese e risveglio proletario( Il programma comunista, n°1)
  • Per i lavoratori "il capo delle tempeste" non è affatto doppiato( Il programma comunista, n°2)
  • Proletari, la vostra arma non è la scheda( Il programma comunista, n°3)
  • Dove va l'economia mondiale? Quale il suo futuro?( Il programma comunista, n°4)
  • Contro le imprese militaeri nel Golfo, sciopero generale ad oltranza( Il programma comunista, n°5)
  • Da crollo di Wall Street alla ripresa della lotta di classe( Il programma comunista, n°6)

1988

  • Il nostro messaggio ai proletari palestinesi( Il programma comunista, n°1)
  • Non è solo Wall Street ad avere la febbre( Il programma comunista, n°2 )
  • Onnipresenza dello stalinismo nel mondo democratico( Il programma comunista, n°3)
  • Est-Ovest: Santa Alleanza antiproletaria( Il programma comunista, n°4 )
  • Più democrazia, niente socialismo in Urss( Il programma comunista, n°5)
  • Mosca ha fretta( Il programma comunista, n°6)

1989  

  • A che cosa mira la "Rifondazione" della Cgil? (Il programma comunista n°1)
  • Il PCI ha, finalmente, cambiato antenati( Il programma comunista, n°2)
  • Contro la pace tra le classi, contro il riformismo( Il programma comunista, n°3)
  • La Cina popolare non fa che ripercorrere la via d’ogni grande capitalismo( Il programma comunista, n°4)
  • Urss, tra perestroika e lotta di classe( Il programma comunista, n°5)
  • Crolla il mito bugiardo del “socialismo” nell’Est.( Il programma comunista, n°6)

1990

  • Finiti nell’ignominia e nel sangue sessant’anni di menzogne staliniste( Il programma comunista, n°1)
  • Presente e futuro del bonapartismo nell’Urss di Gorbaciov( Il programma comunista, n°2)
  • L’ora della grande paura( Il programma comunista, n°3)
  • Una società in dissoluzione( Il programma comunista, n°4)
  • Recessione e guerra: In crisi da Ovest ad Est è il capitalismo ( Il programma comunista, n°5)
  • Punti fermi sulla Guerra del Golfo( Il programma comunista, n°6)

1991

  • Guerra di classe contro guerra fra Stati( Il programma comunista, n°1)
  • No alle guerre e alle paci imperialiste( Il programma comunista, n°1s)
  •  E adesso, quale pace nel mondo?( Il programma comunista, n°2)
  • Il “nuovo ordine mondiale” nasce decrepito( Il programma comunista, n°3)
  • Il capitalismo in crisi di instabilità ( Il programma comunista, n°4)
  • Urss: Atto secondo della controrivoluzione stalinista( Il programma comunista, n°5)
  • Se l’Est piange, l’Ovest non ride( Il programma comunista, n°6)

1992

  • L’era delle grandi macchine statali cesserà solo con l’avvento del comunismo( Il programma comunista, n°1)
  • Lo “Stato assistenziale” sta crollando: rinasca la lotta proletaria di classe( Il programma comunista, n°2)
  • Nella palude dell’ordine sociale capitalistico( Il programma comunista, n°3)
  • Corruzione, tangenti, mafia, camorra…alcuni punti fermi( Il programma comunista, n°4)
  • Lottare alla lotta di classe. L’unica via!( Il programma comunista, n°5)
  • Il movimento operaio ad un bivio( Il programma comunista, n°6)

1993

  • Dall’offensiva antioperaia agli interventi armati( Il programma comunista, n°1)
  • Per che cosa e su quali basi uno sciopero generale?( Il programma comunista, n°2)
  • L’attesa del “cambiamento”, fattore di conservazione( Il programma comunista, n°3/4)
  • Rispondere alla crisi con la lotta di classe (Manifesto)( Il programma comunista, n°5)
  • Il tormentato cammino della giovane borghesia russa( Il programma comunista, n°6)

1994

  • Elezioni, oppio dei proletari( Il programma comunista, n°1)
  • Oltre la carnevalata elettorale( Il programma comunista, n°2)
  • Crisi economica e lotta di classe( Il programma comunista, n°3  )
  • Il limite della produzione capitalista è il capitale stesso( Il programma comunista, n°4)
  • Lotta di classe non patti “sociali”( Il programma comunista, n°5)
  • Difendersi dagli attacchi del capitale( Il programma comunista, n°5s )
  • La “pace sociale” è una truffa: non va ristabilita, ma spezzata( Il programma comunista, n°6)

1995

  • Nel vortice dell’anarchia capitalistica ( Il programma comunista, n°1)
  • Avrai scavato bene, alla fine, vecchia talpa della rivoluzione( Il programma comunista, n°2)
  • Nella lotta mondiale di classe sta per aprirsi un ciclo meno avaro di promesse( Il programma comunista, n°3/4)
  • Punti fermi sulla guerra nell’Ex- Jugoslavia( Il programma comunista, n°5)
  • Quale “pace” per i Balcani e per il Mondo( Il programma comunista, n°6)
  • Esiste oggi un pericolo fascista?( Il programma comunista, n°2s)

1996

  • Un mondo allo sfascio, un futuro da costruire ( Il programma comunista, n°1)
  • Il significato dei grandi scioperi francesi ( Il programma comunista, n°2)
  • Perché il “no” dei comunisti alla scheda( Il programma comunista, n°3)
  • Che il 1° Maggio torni a essere rosso!( Il programma comunista, n°4)
  • Crisi e disoccupazione: strategie del capitale e risposta di classe( Il programma comunista, n°5)
  • Globalizzazione capitalistica, internazionalismo proletario ( Il programma comunista, n°6/7)
  • Solidarietà totale e incondizionato agli immigrati di qualunque provenienza!( Il programma comunista, n°8/9)
  • Nella morsa della crisi generale capitalistica( Il programma comunista, n°10)
  • Il PDS si rinnova, neanche più socialdemocratico, semplicemente “liberal”( Il programma comunista, n°11)
  • Nella fogna della politica e della società borghesi( Il programma comunista, n°12)

1997

  • Il partito di Bertinotti e C. non rifonda il comunismo, ma il riformismo democratico e trasformista ( Il programma comunista, n°1)
  • La lezione degli scioperi sudcoreani non deve andare perduta( Il programma comunista, n°2)
  • Nel segno della crescente instabilità del sistema imperialistico mondiale( Il programma comunista, n°3)
  • Primo maggio 1997: tornare alla lotta di classe( Il programma comunista, n°4)
  • I neo- laburisti hanno vinto e continueranno ad operare sullo spirito e nell’interesse della borghesia britannica.( Il programma comunista, n°5)
  • Sempre più..”sinistra” la borghesia europea( Il programma comunista, n°6/7)
  • Un mondo in bilico( Il programma comunista, n°8/9)
  • La sirena dell’unità nazionale( Il programma comunista, n°10)
  • E’ al lavoro la talpa della “globalizzazione” capitalistica( Il programma comunista, n°11/12)

1998

  • Mentre infuriano le tempeste del capitale mondiale ( Il programma comunista, n°1)
  • Dalla crisi economica asiatica i germi di una crisi politica mondiale( Il programma comunista, n°2)
  • 35 ore, sì, ma come in quale prospettiva?( Il programma comunista, n°3)
  • Primo maggio, non di festa, ma di lotta( Il programma comunista, n°4)
  • L’Euro, e poi?( Il programma comunista, n°5/6)
  • Invarianza della socialdemocrazia, invarianza del marxismo( Il programma comunista, n°7)
  • Nel vortice di una globalizzazione a lunga scadenza della crisi economica capitalista( Il programma comunista, n°8)
  • Attualità del comunismo rivoluzionario e internazionalista( Il programma comunista, n°9/10)

1999

  • La talpa continua a scavare( Il programma comunista, n°1)
  • La natura del Capitale alla base delle crisi e delle guerre imperialiste( Il programma comunista, n°2)
  • L’Imperialismo delle portaere( Il programma comunista, n°3)
  • Primo maggio: Finché ci sarà il Capitale non c’è pace che sia desiderabile non c’è guerra che non sia infame (Manifesto, volantino)( Il programma comunista, n°4)
  • Il Capitale è guerra( Il programma comunista, n°5)
  • La necessità primaria della lotta contro l’opportunismo( Il programma comunista, n°6)
  • All’instabilità perenne, all’insicurezza e alla distruzione del capitalismo, opponiamo la necessità e le certezze della prospettiva comunista( Il programma comunista, n°7/8)
  • Lo spettro del Comunismo, incubo costante della borghesia mondiale( Il programma comunista, n°9)
  • Solo la rivoluzione comunista potrà spezzare l’enorme sciupio di risorse e uomini che il capitalismo persegue sia nelle guerre sia nelle paci imperialiste( Il programma comunista, n°10)

 

Punti di contatto:

Milano, via dei Cinquecento n. 25 (citofono Istituto Programma), (lunedì dalle 18) (zona Piazzale Corvetto: Metro 3, Bus 77 e 95)
Messina, Piazza Cairoli - l’ultimo sabato del mese, dalle 16,30 alle 18,30)
Roma, via dei Campani, 73 - c/o “Anomalia” (primo martedì del mese, dalle 17,30)
Benevento, c/o Centro sociale LapAsilo 31, via Firenze 1 (primo venerdì del mese, dalle ore 19)
Berlino, ogni ultimo giovedì del mese dalle ore 19, presso il Cafè Comunista, RAUM, Rungestrasse 20, 10179 Berlino.
Bologna, al momento è sospesa l’apertura al pubblico
Torino, nuovo punto di incontro presso Bar “Pietro”, via S. Domenico 34 (sabato 24 aprile 2021, dalle 15)

Articoli su COVID-19

L’uso sociale dell’epidemia ( Il programma comunista, n°2/3, 2020)
Quali emergenze? ( Il programma comunista, n°2/3, 2020)
E dopo l'emergenza? ( Il programma comunista, n°2/3, 2020)
Il virus della crisi ( Il programma comunista, n°2/3, 2020)
Coronavirus: una miniera d'oro ( Il programma comunista, n°2/3, 2020)
Manifestazioni virali della crisi ( Il programma comunista, n°2/3, 2020)Virus e lotta di classe ( Il programma comunista, n°4, 2020)

Informativa 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.  Per saperne di piu'