Domenica, 16 Maggio 2021

DISTINGUE IL NOSTRO PARTITO: La linea da Marx a Lenin alla fondazione dell’Internazionale comunista e del Partito Comunista d’Italia; alla lotta della sinistra comunista contro la degenerazione dell’Internazionale; contro la teoria del socialismo in un Paese solo e la controrivoluzione stalinista; al rifiuto dei fronti popolari e dei blocchi partigiani e nazionali; la dura opera del restauro della dottrina e dell’organo rivoluzionario a contatto con la classe operaia, fuori dal politicantismo personale ed elettoralesco. 


Coronavirus – Crisi – Resistenza

  • Categoria: n. 02, marzo-aprile 2021
  • Pubblicato: Giovedì, 29 Aprile 2021 23:42

(manifesto in tedesco, inglese, italiano, affisso in varie località dalla nostra sezione di Berlino)

 

L’uso politico della pandemia si manifesta anche così:

  • con tagli del personale, chiusura di ospedali, drastica riduzione dalla “medicina sul territorio”, proseguendo  la politica di privatizzazione del sistema sanitario dettata dalla logica del profitto, del “guadagnare sulla malattia”;
  • con la corsa al profitto (finanziata dallo Stato) da parte delle aziende farmaceutiche che detengono i brevetti dei vaccini invece di renderli disponibili a tutti;
  • con la riaffermazione dell’organizzazione di una società fondata sul profitto come unica realtà possibile;
  • con lo Stato del Capitale che restringe gli spazi della vita sociale con metodi polizieschi per impedire le lotte e che sostiene economicamente le aziende per tenere in vita il sistema capitalistico.

Ma se il sistema non è più in grado di salvaguardare le nostre vite, a quale scopo dovremmo tenere in vita il capitalismo?

La nostra resistenza si manifesta attraverso:

  • la lotta radicale e implacabile alla logica del profitto.  Per la difesa dei nostri interessi dobbiamo combattere in prima persona attraverso l’organizzazione di classe nei quartieri, sul posto di lavoro, negli scioperi;
  • il rifiuto della falsa logica del “Siamo tutti nella stessa barca” propagandata da governi, partiti borghesi, media che mirano a riconciliarci con gli speculatori del Capitale;
  • la difesa contro lo stato di polizia, espressione della dittatura democratica del Capitale.

Il nostro obiettivo: Abbattimento dello Stato capitalista, eliminazione del Capitale e della proprietà borghese, socializzazione dei mezzi di produzione.

Per una società libera dal lavoro salariato!

Punti di contatto:

Milano, via dei Cinquecento n. 25 (citofono Istituto Programma), (lunedì dalle 18) (zona Piazzale Corvetto: Metro 3, Bus 77 e 95)
Messina, Piazza Cairoli - l’ultimo sabato del mese, dalle 16,30 alle 18,30)
Roma, via dei Campani, 73 - c/o “Anomalia” (primo martedì del mese, dalle 17,30)
Benevento, c/o Centro sociale LapAsilo 31, via Firenze 1 (primo venerdì del mese, dalle ore 19)
Berlino, ogni ultimo giovedì del mese dalle ore 19, presso il Cafè Comunista, RAUM, Rungestrasse 20, 10179 Berlino.
Bologna, al momento è sospesa l’apertura al pubblico
Torino, nuovo punto di incontro presso Bar “Pietro”, via S. Domenico 34 (sabato 24 aprile 2021, dalle 15)

Articoli su COVID-19

L’uso sociale dell’epidemia ( Il programma comunista, n°2/3, 2020)
Quali emergenze? ( Il programma comunista, n°2/3, 2020)
E dopo l'emergenza? ( Il programma comunista, n°2/3, 2020)
Il virus della crisi ( Il programma comunista, n°2/3, 2020)
Coronavirus: una miniera d'oro ( Il programma comunista, n°2/3, 2020)
Manifestazioni virali della crisi ( Il programma comunista, n°2/3, 2020)Virus e lotta di classe ( Il programma comunista, n°4, 2020)

Informativa 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.  Per saperne di piu'