Chi siamo

DISTINGUE IL NOSTRO PARTITO: La linea da Marx Lenin alla fondazione dell’Internazionale comunista e del Partito Comunista d’Italia; alla lotta della sinistra comunista contro la degenerazione dell’Internazionale; contro la teoria del socialismo in un Paese solo e la controrivoluzione stalinista; al rifiuto dei fronti popolari e dei blocchi partigiani e nazionali; la dura opera del restauro della dottrina e dell’organo rivoluzionario a contatto con la classe operaia, fuori dal politicantismo personale ed elettoralesco

Sedi di partito e punti di contatto

MILANO, via dei Cinquecento, 25, citofono: Ist. Prog. Com. (zona Corvetto; MM3; Bus 95) — lunedì ore 21,00 
MESSINA (nuovo punto di contatto), Piazza Cairoli - l’ultimo sabato del mese, dalle 16,30 alle 18,30)
ROMA, presso "Libreria Anomalia", via dei Campani, 73 — primo martedì del mese dalle 17,30 
TORINO,  Prossimo incontro pubblico a Torino sabato 14 gennaio 2017, ore 15,30, c/o Circolo ARCI CAP, corso Palestro 3/3bis
BOLOGNA, c/o Circolo Iqbal Masih, via dei Lapidari 13/L (Bus 11C) - secondo e ultimo martedì del mese, dalle 21,30 (Gli incontri di Bologna, sono momentaneamente sospesi. Non appena sarà possibile riprenderli, lo comunicheremo)
BENEVENTO, presso Centro sociale Asilo Lap31, Via Bari 1 - il primo Venerdì del mese, dalle ore 19.00.

Corrispondenza

Per la corrispondenza scrivere a:
Istituto Programma ComunistaCasella postale 272 - Poste Cordusio 20101, Milano.
Per brevi comunicazioni o per inviarci i vostri ordini (testi, giornali, articoli etc.) potete anche utilizzare il seguente indirizzo di posta elettronica
info@internationalcommunistparty.org
Contatti
Martedì, 12 Novembre 2019

«Il programma comunista» 1986

                                                                                                                                     

    1985 «Il Programma comunista»          «Il Programma comunista» 1987  

 

86/01

  • Editoriale • Esplodono i nodi irrisolti dell’area mediterranea Dal mondo del lavoro Un estenuante autunno sindacale finito a danno dei lavoratori Difendere i proletari immigrati Scritti • Dopo i sorrisi di Ginevra Medaglia La crisi del petrolio meno caro: cronache di un mondo alla rovescia Quale solidarietà offrire ai perseguitati politici? Studenti proletari, al vostro posto di classe! Quando verrà una “scuola nuova”? Ancora a proposito dei farmers americani… e sul “socialismo jugoslavo” Testi • Il corso storico dell’economia capitalistica e del dominio politico della borghesia (II)

Giornale formato 

86/02

  • Editoriale • Nuove socialdemocrazie a congresso Scritti • Che cosa c’è dietro la grancassa sul tricolore? Risalendo all’abbiccì della dottrina marxista Vuotare gli arsenali, riempire i granai: nel regno delle chiacchiere pacifiste Dall’impero del dollaro Il punto della situazione: economia e finanza internazionale Ed ora trema il Giappone?

Giornale formato 

86/03

  • Editoriale • Contro la guerra imperialista, per la guerra di classe Dal mondo del lavoro I sindacati rinfrescano il mito dell’”azionariato popolare” Scritti • Chi custodirà i custodi? Verso uno Stato mondiale di polizia Nella giungla dell’anarchia capitalistica Glorie della “sinistra europea” Agricoltura russa e riforme gorbacioviane Le nuove leve della socialdemocrazia: dopo il congresso del Pci Il boom mondiale della borsa è vera gloria? DP: il riformismo di riserva Varietà di motivazioni della protesta degli “abusivi” Testi • I termini della rivendicazione socialista (Da “ Proprietà e Capitale”, apparso nei numeri 10-14 della rivista Prometeo- prima serie)

Giornale formato 

86/04

  • Editoriale • Un messaggio internazionale anticapitalista da Cernobyl Dal mondo del lavoro • Capitolazioni a catena del sindacato “operaio” E la Fiat tripudia Scritti • Una sola via per i proletari palestinesi ed europei Il regime dell’apartheid siede su un vulcano Nelle fauce dell’industria della guerra Il Terzo Mondo, discarica del Mondo “civile” Come Lenin impostò il problema della lotta contro la guerra Vicende delle nuove socialdemocrazie Il “piccolo” non è più così “bello” La classe operaia sta forse “scomparendo”(I)

Giornale formato 

86/05

  • Editoriale • Verso una nuova recessione mondiale Dal mondo del lavoro Proletari d’avanguardia Abbasso l’autocastrazione degli scioperi Un “no” denso di significati Cassa integrazione alla cinese Commenti: la logica dell’eguaglianza Punte secche: sindacati inglesi Austerità alla tunisina Scritti • Guerra alla guerra Cresce drammaticamente il mal di naja L’Italia s’è desta… La classe operaia sta forse “scomparendo”? (II) Finito anche “il post-industriale” e “post-moderno” Qualcosa si sta muovendo in Jugoslavia Apparenza e realtà dei vertici fra i “Sette” La febbre dei “fondi di investimento”

Giornale formato 

86/06

  • Editoriale • Dietro la faccia degli incontri sul “disarmo nucleare” Dal mondo del lavoro Dagli archivi del movimento operaio Il lavoro femminile nel mondo Sfratti e disoccupazione Scritti • Iran, Iraq e i Curdi L’opportunismo cerca un esercito “migliore” Dopo l’elmo di Scipio, lo scudo di Reagan Portobello, ovvero il mercatone di un venerdì (non ancora nero!) La classe operaia sta forse “scomparendo” (III) Il mito della deindustrializzazione? Asse Ovest-Est – Budapest 1956 L’era nucleare, un’era dominata dalla paura

Giornale formato

                                                                                                                                     

    1985 «Il Programma comunista»          «Il Programma comunista» 1987  

 

International Press

 

                    

            N°4 - 2019                              N°05-2019                              N°2 - 2019

Recent publications

 

     
       

 


Informativa 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.  Per saperne di piu'