Martedì, 16 Agosto 2022

DISTINGUE IL NOSTRO PARTITO: La linea da Marx a Lenin alla fondazione dell’Internazionale comunista e del Partito Comunista d’Italia; alla lotta della sinistra comunista contro la degenerazione dell’Internazionale; contro la teoria del socialismo in un Paese solo e la controrivoluzione stalinista; al rifiuto dei fronti popolari e dei blocchi partigiani e nazionali; la dura opera del restauro della dottrina e dell’organo rivoluzionario a contatto con la classe operaia, fuori dal politicantismo personale ed elettoralesco. 


Tattica sindacale (Il Sindacato Rosso, 7 Ottobre 1922)

Questo Comitato ha recentemente impartito alcune disposizioni sulle direttive tattiche che i comunisti devono seguire nelle organizzazioni. In qualche località, però, i compagni hanno erroneamente interpretati e malamente applicati i criteri a cui tali disposizioni si informano, confondendo, ad esempio, quanto si dispone per le liste d’organizzazione con le norme indicate in caso di elezioni sindacali e di consultazione per i Congressi sindacali.

È necessario richiamare immediatamente il vero senso delle disposizioni che il Partito emana, e a cui tutti sono tenuti ad ottemperare, senza alcuna particolare applicazione pratica inesatta o localistica.

Richiamiamo quindi l’attenzione dei compagni componenti i Comitati Sindacali Comunisti sulle disposizioni in parola invitandoli ad attenervisi scrupolosamente.

In casi dubbi dovranno chiedere tempestivamente il parere e l’intervento di questo Comitato.

Intanto si dovrà tenere ben presente quanto segue:

1) Che sono autorizzate liste d’organizzazione, cioè liste preventivamente concordate con altre correnti sindacali rosse, comprendenti sia candidati delle varie correnti proletarie, sia della corrente che è in maggioranza nel Sindacato, e a cui tutte le altre desisterebbero dal fare opposizione per assicurare la vittoria degli elementi classisti, nel solo caso di elezioni di organismi proletari che non hanno carattere strettamente sindacale, ma nei quali sono chiamati ad eleggere cariche anche i lavoratori non organizzati e sotto l’influenza di elementi che sono al di fuori e contro le organizzazioni rosse. Ad esempio: Commissioni Interne di fabbrica e di azienda, Casse di disoccupazione, malattia, infortuni e simili, Enti Cooperativi ecc. Queste liste concordate hanno lo scopo di opporsi a probabili affermazioni di liste concorrenti avanzate da tendenze anticlassiste, borghesi, nazionaliste o da esse controllate;

2) Per tutti gli altri casi di elezioni e di consultazione il suddetto criterio non può essere applicato.

Fermo restando il criterio di ammettere la rappresentanza delle minoranze, mediante presentazione di liste non bloccate, i Comitati e i Gruppi Sindacali comunisti dovranno sempre presentare una propria lista composta con nomi di compagni iscritti o di nostri sicuri simpatizzanti, col programma di azione sindacale sostenuto dal nostro Partito, non essendo ammessi preventivi accordi con altre frazioni o elaborazione di liste comuni. Ove la votazione abbia effetto per la elezione delle cariche, tenuto presente che una tendenza che sia in minoranza di fronte ad una opposizione, sebbene composta da vari gruppi o correnti, non può dirigere la organizzazione, i comunisti dovranno prendere l’iniziativa per una votazione di ballottaggio, proponendo che i voti delle liste di sinistra – comunisti, anarchici, sindacalisti, massimalisti, terzinternazionalisti – siano tutti riversati su quella fra di esse rimasta in ballottaggio contro quella di destra (riformisti, collaborazionisti, centristi, sindacalisti confederali).

 

Il Comitato Esecutivo Sindacale Comunista

Punti di contatto:

Milano, via dei Cinquecento n. 25 (citofono Istituto Programma), (lunedì dalle 18) (zona Piazzale Corvetto: Metro 3, Bus 77 e 95)
Messina, Piazza Cairoli - l’ultimo sabato del mese, dalle 16,30 alle 18,30)
Roma, via dei Campani, 73 - c/o “Anomalia” (primo martedì del mese, dalle 17,30)
Benevento, c/o Centro sociale LapAsilo 31, via Firenze 1 (primo venerdì del mese, dalle ore 19)
Berlino, ogni ultimo giovedì del mese dalle ore 19, presso il Cafè Comunista, RAUM, Rungestrasse 20, 10179 Berlino.
Bolognac/o Circolo ARCI Guernelli - via Gandusio 6 - 40128 Bologna (Prossime date e orari: 9/10, 27/11, 11/12, 29/1, 26/2, 26/3; dalle 15,30 alle 17,30)
Torino, nuovo punto di incontro presso Bar “Pietro”, via S. Domenico 34 (sabato 09 luglio 2022, dalle 15.30)
Cagliari, c/o Baracca Rossa, via Principe Amedeo, 33 - 09121 Cagliari (ultimo giovedi del mese, dalle 20)

Informativa 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.  Per saperne di piu'