Martedì, 16 Agosto 2022

DISTINGUE IL NOSTRO PARTITO: La linea da Marx a Lenin alla fondazione dell’Internazionale comunista e del Partito Comunista d’Italia; alla lotta della sinistra comunista contro la degenerazione dell’Internazionale; contro la teoria del socialismo in un Paese solo e la controrivoluzione stalinista; al rifiuto dei fronti popolari e dei blocchi partigiani e nazionali; la dura opera del restauro della dottrina e dell’organo rivoluzionario a contatto con la classe operaia, fuori dal politicantismo personale ed elettoralesco. 


Il Comando Centrale delle squadre comuniste (L’Ordine Nuovo, 17 ottobre 1922)

Richiama tutti i comandanti e gli squadristi alla stretta osservanza delle seguenti disposizioni:

1° - La nuova situazione dei partiti politici proletari non modifica in nulla le norme che regolano l’organizzazione del nostro inquadramento per quanto riguarda i rapporti cogli iscritti ad altri partiti politici. Non è ammessa l’iscrizione nelle squadre di elementi (adulti e giovanili) iscritti ad altri partiti politici. Non sono considerate agli effetti di tale norma come partiti politici le organizzazioni sindacaliste ed anarchiche, ma sindacalisti ed anarchici possono essere accettati nelle squadre a condizione che s’impegnino alla disciplina più stretta all’inquadramento, in ogni momento.

2° - Sul terreno dell’azione è ammessa l’intesa con altri aggruppamenti proletari sovversivi seriamente organizzati, disciplinati e diretti, ma l’intesa deve intendersi come divisione tecnica, pratica, di compiti e di attività, non mai confusione di militi e di comandi, e nemmeno scambio di cognizioni e di mezzi. I militi – compagni o simpatizzanti – nelle nostre squadre obbediscono soltanto ai nostri comandanti, ben lieti di cooperare nella lotta coi proletari sovversivi ancora soggetti ad altra disciplina.

3° - La precedente disposizione vale anche nei confronti dei cosiddetti Comitati di difesa proletaria. I militi e i comandanti delle nostre squadre non devono accogliere gli inviti di riunioni e congressi indetti da tali Comitati, né devono localmente incaricare propri delegati a far parte di Comitati del genere. Gli organi politici del Partito soltanto decidono in fatto di alleanze proletarie.

Punti di contatto:

Milano, via dei Cinquecento n. 25 (citofono Istituto Programma), (lunedì dalle 18) (zona Piazzale Corvetto: Metro 3, Bus 77 e 95)
Messina, Piazza Cairoli - l’ultimo sabato del mese, dalle 16,30 alle 18,30)
Roma, via dei Campani, 73 - c/o “Anomalia” (primo martedì del mese, dalle 17,30)
Benevento, c/o Centro sociale LapAsilo 31, via Firenze 1 (primo venerdì del mese, dalle ore 19)
Berlino, ogni ultimo giovedì del mese dalle ore 19, presso il Cafè Comunista, RAUM, Rungestrasse 20, 10179 Berlino.
Bolognac/o Circolo ARCI Guernelli - via Gandusio 6 - 40128 Bologna (Prossime date e orari: 9/10, 27/11, 11/12, 29/1, 26/2, 26/3; dalle 15,30 alle 17,30)
Torino, nuovo punto di incontro presso Bar “Pietro”, via S. Domenico 34 (sabato 09 luglio 2022, dalle 15.30)
Cagliari, c/o Baracca Rossa, via Principe Amedeo, 33 - 09121 Cagliari (ultimo giovedi del mese, dalle 20)

Informativa 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.  Per saperne di piu'