Chi siamo

DISTINGUE IL NOSTRO PARTITO: La linea da Marx Lenin alla fondazione dell’Internazionale comunista e del Partito Comunista d’Italia; alla lotta della sinistra comunista contro la degenerazione dell’Internazionale; contro la teoria del socialismo in un Paese solo e la controrivoluzione stalinista; al rifiuto dei fronti popolari e dei blocchi partigiani e nazionali; la dura opera del restauro della dottrina e dell’organo rivoluzionario a contatto con la classe operaia, fuori dal politicantismo personale ed elettoralesco

Sedi di partito e punti di contatto

MILANO, via dei Cinquecento, 25, citofono: Ist. Prog. Com. (zona Corvetto; MM3; Bus 95) — lunedì ore 21,00 
MESSINA (nuovo punto di contatto), Piazza Cairoli - l’ultimo sabato del mese, dalle 16,30 alle 18,30)
ROMA, presso "Libreria Anomalia", via dei Campani, 73 — primo martedì del mese dalle 17,30 
TORINO,  Prossimo incontro pubblico a Torino sabato 14 gennaio 2017, ore 15,30, c/o Circolo ARCI CAP, corso Palestro 3/3bis
BOLOGNA, c/o Circolo Iqbal Masih, via dei Lapidari 13/L (Bus 11C) - secondo e ultimo martedì del mese, dalle 21,30 (Gli incontri di Bologna, sono momentaneamente sospesi. Non appena sarà possibile riprenderli, lo comunicheremo)
BENEVENTO, presso Centro sociale Asilo Lap31, Via Bari 1 - il primo Venerdì del mese, dalle ore 19.00.

Corrispondenza

Per la corrispondenza scrivere a:
Istituto Programma ComunistaCasella postale 272 - Poste Cordusio 20101, Milano.
Per brevi comunicazioni o per inviarci i vostri ordini (testi, giornali, articoli etc.) potete anche utilizzare il seguente indirizzo di posta elettronica
info@internationalcommunistparty.org
Contatti
Domenica, 08 Dicembre 2019

Corso dell'economia mondiale nel XXI secolo

Gli articoli  qui elencati sono  tutti tratti da "Il Programma comunista", articoli che prendono spunto dall'esame delle due profonde crisi  economiche del secolo XXI, quella del 2001-2003 e l'altra più profonda crisi di sovrapproduzione mondiale, iniziata nel 2006  ancora in corso. Ad esse strettamente connesse sono le guerre e le rivolte in Medioriente (Irak, Afganistan, Nord Africa, Siria) di cui si parla sotto altre voci tematiche. Si tratta di temi di carattere economico, la maggior parte dei quali di natura teorica, ma non manca l'esame della fenomenologia della crisi: l'imperialismo e il controllo delle materie prime, il marxismo e la tecnogia, il neoliberismo e il neostatalismo, il protezionismo, la teoria dei consumi,  le tempeste valutarie e la "guerra delle valute", il baratro su cui è affacciata l'Europa, il rapporto tra Stato e Capitale (il debito pubblico), la cosiddetta  "teoria della decrescita" e altri temi più strettamente politici  tra cui "l'antimperialismo di maniera", che ha dominato la scena dall'America latina, all'Africa e i cui portavoce, le classi medie, sono al centro dei paesi imperialisti. Al cuore di questi lavori teorici, trova posto il Corso del capitalismo mondiale, che  segue lo studio dei precedenti  lavori di partito a partire della metà degli anni cinquanta. Insieme ad esso i risvolti delle crisi in Russia, Argentina, Usa.  A margine, ma molto importanti alcune considerazioni sul rapporto tra "crisi e rivoluzione" tratte dai nostri testi e ancora "il ritardo del proletariato" di fronte alla crisi in corso. A parte sono riportati alcuni scritti non apparsi nelle pagine del giornale (i cosiddetti "lavori in corso"), basi di appoggio di più ampi lavori  economici del partito, trattati in riunioni generali o in incontri interregionali.


 

2000

  • Capitale a temperatura di fusione I (Il Programma comunista, n°1)
  • Capitale a temperatura di fusione II ( Il Programma comunista, n°2)
  • L'Imperialismo e la lotta per il controllo delle materie prime I ( Il Programma comunista, n°3)
  • L'Imperialismo e la lotta per il controllo delle materie prime II (Il programma comunista, n°7-8)
  • Marxismo e tecnologia( Il Programma comunista, n°7-8)
  • Corso del capitalismo Usa (Il Programma comunista, n°9)

2001

  • La battaglia incessante del marxismo contro l'Imperialismo di maniera è base necessaria della riconquista proletaria delle proprie tradizioni di lotta contro la borghesia (Il Programma comunista, n°5)
  • Disoccupazione tecnologica? (Il Programma comunista, n°6)

2002

  • L'Argentina sull'orlo della catastrofe (Il Programma comunista, n°1)
  • La battaglia per l'Asia centrale nella dinamica dei contrasti interimperialistici (Il Programma comunista, n°2)
  • Corso del Capitalismo: gli Usa dalla "prosperità" alla crisi (Il Programma comunista, n°2)
  • Il Corso del capitalismo in Russia II (Il Programma comunista, n°3)
  • L'Imperialismo americano in crisi e la partita per l'Asia centrale (Il Programma comunista, n°6)
  • Anche dal crollo delle Borse un segnale della crisi profonda del modo di produzione capitalista (Il Programma comunista, n°6)

2003

2004

  • Nel caos del disordine interimperialistico (Il Programma comunista, n°2)
  • Rapporto programmatico sul Corso del capitalismo ( metodi e scopi dell'analisi economia marxista)-Riunione di Partito del 10/7/2004-(Il Programma comunista, n° 4)

2005

  • Il Corso del capitalismo mondiale dal II dopoguerra verso il III conflitto imperialistico o verso la rivoluzione proletaria (I) (Il Programma comunista, n°1)
  • Il Corso del capitalismo mondiale dal II dopoguerra verso il III conflitto imperialistico o verso la rivoluzione proletaria (II) (Il Programma comunista, n°4)

2006

  • Il boom globale dell'immobiliare- Si moltiplicano i segnali di un'ennesima crisi di sovrapproduzione ( Il Programma comunista, n°5)

2007

  • Il crollo dei mercati finanziari è la palese conferma del grado estremo e irreversibile cui è giunta la crisi del sistema capitalistico (Il Programma comunista, n°4)
  • Altre brevi considerazioni sulla crisi finanziaria (Il Programma comunista, n°5)

2008

2009

2010

2011

2012

2013

Lavori non pubblicati

  • Dove va il dollaro?  
  • La loro via d'uscita dalla crisi: armamenti e guerre, la nostra, dittatura del proletariato 
  • Il proletariato si affrancherà dai debiti e dalla miseria solo abbracciando il programma comunista 
  • Note sulla politica della Fed dai tempi di Greenspan alla crisi attuale 
  • La crisi economica nella teoria marxista- Riunione del 28-29 novembre 2009 (Lavori in corso 2009)
  • Riunione generale 5-6/11/ 2011- La crisi di sovrapproduzione e le sue premesse- La crisi di sovrapproduzione e i suoi effetti.
  • Chiodi de " Il Capitale" dii K. Marx: Crisi di sovrapproduzione di merci e di capitali( Eccesso di capitale con eccesso di popolazione (Libro III, cap. XV, pf3, pp.320-331, Ed. Utet)- Interregionali, Triveneto e Roma 2012.

 

Incontri pubblici in evidenza

  • Milano 16/11/2019, ore 16,00 " Presentazione del quaderno n. 10: Perché la Russia non era socialista " presso Libreria Calusca, Via Conchetta 18
  • Torino,  Prossimo incontro a Torino 07-12-2019, dalle 15,00, c/o Bar "Pietro" Via San Domenico 34

International Press

 

                   

            N°5-6 - 2019                              N°05-2019                              N°3 - 2019

Informativa 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.  Per saperne di piu'