Sabato, 23 Gennaio 2021

DISTINGUE IL NOSTRO PARTITO: La linea da Marx a Lenin alla fondazione dell’Internazionale comunista e del Partito Comunista d’Italia; alla lotta della sinistra comunista contro la degenerazione dell’Internazionale; contro la teoria del socialismo in un Paese solo e la controrivoluzione stalinista; al rifiuto dei fronti popolari e dei blocchi partigiani e nazionali; la dura opera del restauro della dottrina e dell’organo rivoluzionario a contatto con la classe operaia, fuori dal politicantismo personale ed elettoralesco. 


La questione dell'organizzazione

Sono segnati in questa rubrica  tutti i materiali che prendono in esame i problemi  riguardanti la questione dell'organizzazione del partito, la sua importanza storica, il suo rapporto con la classe. I temi sono tratti dal Che fare? (1901) e dalla battaglia storica condotta dal Parito comunista d'Italia dalla sua fondazione nel 1921 nell'Internazionale comunista.


1901

  • Da che cosa cominciare? (Lenin, 4 maggio 1901)

1902

  • Che fare? Problemi scottanti del nostro movimento (Lenin, 1902)

1921

1922

1926

  • Questioni organizzative - Disciplina e frazioni (Tesi di Lione, II parte- 1926) 

1949

1951

  • Teoria e azione nella dottrina marxista: Sommario, il rovesciamento della prassi, partito rivoluzionario e azione economica, Appendice: Premessa e tavole (III, IV, V, VI, VII) dal testo n°4, "Partito e classe", (aprile 1951)

1952

  • Azione di Partito in Italia e in altri paesi al 1952 - Tesi caratteristiche di partito- ( Il programma comunista, n°3, 1996)

1956

  • Manuale dei principi-Schemetto elementare-Senso del determinismo-Dove le "garanzie"?- Cattiveria dell'uomo? (Da" Dialogato con i  morti", Giornata III- 1956)

1964

1965

1966

1972

  • Organizzazione,conseguenza della continuità tattico-programmatica del partito storico nella sua materiale configurazione (Il programma comunista, n°18, 19, 1972)
  • Partito o unione di volenterosi? ( Il Programma comunista, n°21, 1972)

1973

  • Tattita e organizzazione sono inscindibili dai principi ( Il programma comunista, n°6,7,8,10, 1973)
  • L"'oggettivismo" liquidazionista (Il Programma comunista, n°8, 1973)
  • Norme orientative generali in materia di organizzazione(Il programma comunista, n°15, 1973)
  • Fattori oggettivi e soggettivi della lotta di classe, anelli dialettici di un solo processo ( Il Programma comunista, n°18, 1973)
  • Centralismo e organizzazione di partito ( Il programma comunista, n°22, 1973)
  • Esigenza primaria del partito ( Il programma comunista, n°23, 1973)

1984

  • Riprendendo il cammino ( Il programma comunista, n°1, 1984)
  • Chiudendo definitivamente una recente polemica (Il programma comunista, n°2,1984)
  • Chiudendo definitivamente una recente polemica ( Il programma comunista, n°3, 1984)
  • Ritornare ai metodi e principi della lotta di classe ( Il programma comunista, n°3, 1984)
  • I tre punti irrinunciabili e inseparabili dell'attività del partito ( Lione 1926) (Il programma comunista, n°3, 1984)
  • Da dove veniamo e dove andiamo ( Il programma comunista, n°5, 1984)
  • Dottrina marxista e previsioni rivoluzionarie ( Il programma comunista, n°6, 1984)
  • Partito e rivoluzione nella teoria marxista ( Il programma comunista, n°7, 1984)

1996

  • Trotzky: Gli insegnamenti della Comune di Parigi -febbraio, 1921- ( Il programma comunista, n°1, 1996)
  • Da dove veniamo: una breve cronologia ( Il programma comunista, n°1, 1996)
  • Raddrizzare le gambe ai cani-  Controtesi e Tesi "filosofiche"- Sul filo del tempo- ( Il programma comunista, n°2, 1996)
  • Amadeo Bordiga: militante rivoluzionario, non pensatore solitario ( Il programma comunista, n°6/7, 1996)
  • Esploratori nel domani - Sul filo del tempo- (aprile 1952)- ( Il programma comunista, n°6/7, 1996)
  • La solitudine della classe operaia,oggi ( Il programma comunista,n°8/9, 1996)
  • In difesa del comunismo marxista contro tutte le sue deformazioni riformiste, parlamentariste e ministerialiste ( Il programma comunista, n°8/9,1996)
  • Lotta rivoluzionaria, partito di classe e militanza comunista (I) (Il programma comunista, n°12, 1996)

1997

  • Lotta rivoluzionaria, partito di classe e militanza comunista (II) (Il programma comunista, n°1, 1997)
  • Lotta rivoluzionaria, partito di classe e militanza comunista (III) (Il programma comunista, n°2, 1997)
  • Una continuità fatta di teoria, di storia e di memoria ( Il programma comunista, n°8/9, 1997)
  • Il cammino della rivoluzione e le angosce di fine millennio ( Il programma comunista, n°11/12,1997)

Avvertenze e punti di contatto:

Milano, via dei Cinquecento n. 25 (citofono Istituto Programma), (lunedì dalle 18) (zona Piazzale Corvetto: Metro 3, Bus 77 e 95)
Messina, Piazza Cairoli - l’ultimo sabato del mese, dalle 16,30 alle 18,30)
Roma, via dei Campani, 73 - c/o “Anomalia” (primo martedì del mese, dalle 17,30)
Benevento, c/o Centro sociale LapAsilo 31, via Firenze 1 (primo venerdì del mese, dalle ore 19)
Berlino, scrivere a: Kommunistisches Programm c/o Rotes Antiquariat Rungestrasse 20 - 10179 Berlin Indirizzo email: kommunistisches-programm@gmx.de
Bologna, al momento è sospesa l’apertura al pubblico
Torino, nuovo punto di incontro presso Bar “Pietro”, via S. Domenico 34 (sabato 21 novembere 2020, dalle 15)

 

Il Programma Comunista

Kommunistisches Programm

The internationalist

Informativa 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.  Per saperne di piu'