Chi siamo

DISTINGUE IL NOSTRO PARTITO: La linea da Marx Lenin alla fondazione dell’Internazionale comunista e del Partito Comunista d’Italia; alla lotta della sinistra comunista contro la degenerazione dell’Internazionale; contro la teoria del socialismo in un Paese solo e la controrivoluzione stalinista; al rifiuto dei fronti popolari e dei blocchi partigiani e nazionali; la dura opera del restauro della dottrina e dell’organo rivoluzionario a contatto con la classe operaia, fuori dal politicantismo personale ed elettoralesco

Sedi di partito e punti di contatto

MILANO, via dei Cinquecento, 25, citofono: Ist. Prog. Com. (zona Corvetto; MM3; Bus 95) — lunedì ore 18,00 
MESSINA (nuovo punto di contatto), Piazza Cairoli - l’ultimo sabato del mese, dalle 16,30 alle 18,30)
ROMA, presso "Libreria Anomalia", via dei Campani, 73 — primo martedì del mese dalle 17,30 
TORINO,  Prossimo incontro pubblico a Torino sabato 12 settembre 2020, ore 15,30, c/o Circolo ARCI CAP, corso Palestro 3/3bis
BENEVENTO, presso Centro sociale Asilo Lap31, Via Bari 1 - il primo Venerdì del mese, dalle ore 19.00.

Corrispondenza

Per la corrispondenza scrivere a:
Istituto Programma ComunistaCasella postale 272 - Poste Cordusio 20101, Milano.
Per brevi comunicazioni o per inviarci i vostri ordini (testi, giornali, articoli etc.) potete anche utilizzare il seguente indirizzo di posta elettronica
info@internationalcommunistparty.org
Contatti
Mercoledì, 28 Ottobre 2020

DISTINGUE IL NOSTRO PARTITO: La linea da Marx a Lenin alla fondazione dell’Internazionale comunista e del Partito Comunista d’Italia; alla lotta della sinistra comunista contro la degenerazione dell’Internazionale; contro la teoria del socialismo in un Paese solo e la controrivoluzione stalinista; al rifiuto dei fronti popolari e dei blocchi partigiani e nazionali; la dura opera del restauro della dottrina e dell’organo rivoluzionario a contatto con la classe operaia, fuori dal politicantismo personale ed elettoralesco. 

La " ciarlatanesca" conquista dello spazio

Sono raccolti in questa rubrica dal titolo " La "ciarlatanesca" conquista dello spazio" gli articoli che hanno interessato la cosiddetta "questione spaziale" . Il primo di questi articoli uscì nel 1957 dopo l'invio del primo satellite russo, col titolo: "Triviale rigurgito di illuminismo". La loro uscita copri diversi anni dal 1957 al 1967. Dalla vicenda dello Sputnik, alla morte della cagnetta Layca, la gara di satelliti prosegui incessante, dopo quelli russi quelli americani, e con il tentativo di aggirare la luna. L'emulazione spaziale tra Russia e Usa si intrecciò con l'emulazione economica.  A questi lanci segue il primo assaggio umano dello spazio extraterrestre e i micrometrici passi radiali nella cosiddetta conquista del "cosmo". Il tema della distanza dalla Terra: "un vicoletto nell'infinità del Cosmo", il fenomeno della gravità entro la navetta e la vita nel cosmo propongono la possibilità di vita in generale nello spazio. Nel 1965 l'articolo che riguarda l'allunaggio della navicella porta il titolo "Niente allunaggio morbido, solo allunaggio bluffistico". Seguono altri articoli che informano della gara cosmica (clamorosa avanzata da Occidente e strategia moscovita di silenzio e rinculo), della "inutile presenza umana" e della Scienza e Capitale. Due articoli nel 1967 chiudono la lunga serie con "Luttuose vicende della gara spaziale e ancora con "Scienza e Capitale".


   

1957

1958

1959

1960

1961

1962

1964

  • Vicende delle imprese spaziali ( Il Programma comunista, n°5, 1964)

1965

  • Follia spaziale in liquidazione ( Il Programma comunista, n° 1, 1965)
  • Proiettile o corpo celeste? Satellite o astronave?(Il Programma comunista, n° 6, 1965)
  • Tre colpi pubblicitari astrali. (Il Programma comunista, n° 7, 1965)
  • Olimpiade cosmica(Il Programma comunista, n°16, 1965)
  • Niente allunaggio morbido, solo allunaggio bluffistico (Il Programma comunista, n°22, 1965)

1966

  • Nella gara cosmica avanzata clamorosa da Occidente, classica strategia moscovita di silenzio e rinculo ( Il Programma comunista, n°1, 1966)
  • Noticina cosmica intercalare ( Il Programma comunista, n°2, 1966)
  • L'inutile "homunculus" ( Il programma comunista, n°4, 1966)
  • Scienza capitale ( Il Programma comunista, n° 4, 1966)
  • Cani spaziali ( Il Programma comunista, n°5, 1966)

 1967

  • Scienza e capitale ( Il Programma comunista, n°4, 1967)
  • Luttuose vicende della gara spaziale ( Il Programma comunista, n°9, 1967)

 

 

 

Avvertenze e punti di contatto:

  • Milano - La sede di Milano (via dei Cinquecento n. 25 ) cambia l’orario di apertura, lunedi ore 18 e non più alle ore 21
  • Bologna - Al momento è sospesa l’apertura al pubblico
  • Torino - Nuovo punto di incontro presso Bar “Pietro”, via S. Domenico 34 (sabato 21 novembre 2020, dalle 15)

 

Il Programma Comunista

Kommunistisches Programm

The internationalist

Informativa 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.  Per saperne di piu'