Lunedì, 01 Marzo 2021

DISTINGUE IL NOSTRO PARTITO: La linea da Marx a Lenin alla fondazione dell’Internazionale comunista e del Partito Comunista d’Italia; alla lotta della sinistra comunista contro la degenerazione dell’Internazionale; contro la teoria del socialismo in un Paese solo e la controrivoluzione stalinista; al rifiuto dei fronti popolari e dei blocchi partigiani e nazionali; la dura opera del restauro della dottrina e dell’organo rivoluzionario a contatto con la classe operaia, fuori dal politicantismo personale ed elettoralesco. 


n. 01,gennaio-febbraio 2001

Editoriale. Il partito e la rivoluzione nella dottrina marxista. Contro tutti gli opportunisti: il programma di Livorno 1921. Il partito comunista. Il razzismo è un’invenzione borghese, nostra bandiera è l’internazionalismo proletario. Mondo del lavoro. Luci ed ombre sull’occupazione operaia in Italia. Vita di partito In attesa della gallina pazza (e già in compagnia del maiale all’antibiotico e del pesce al mercurio) Uranio impoverito e miseria della politica borghese. All’oppio della scienza borghese opponiamo la scienza marxista della rivoluzione e della conoscenza dell’uomo sociale. Testi: Il ciclo storico del dominio politico della borghesia (da “Prometeo”, n°5,1947)

Giornale formato    PDF 

 

 

 

Informativa 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.  Per saperne di piu'