Mercoledì, 27 Ottobre 2021

«Il Programma comunista» 1979

1979/01

Difendere il marxismo significa difendere l’arma della rivoluzione proletaria •Dalla Cambogia all’Iran la grande mistificazione • In margine al trattato Cina-USA. Occhio agli schieramenti imperialistici in Asia • Sulla riforma dei “patti agrari” • Botta opportunista e risposta proletaria • Contratto metalmeccanici. Confermata a Bari l’ipotesi di piattaforma • Amori di gruppo marca Cremlino • Ci sono e a buon diritto! • Corso dell’imperialismo mondiale. L’offensiva del capitale contro la classe operaia (Rapporto alla riunione generale di partito, ottobre 1978) (2-Fine). L’offensiva contro i salari - I primi risultati dell’offensiva borghese - Dalla guerra commerciale alla guerra armata • Iran. L’eredità Pahlevi: rivoluzione capitalista alla cosacca (1) • L’imperialismo straccione affonda nel Golfo Persico • Indice per argomenti dell’annata 1978 (1) • Riformisti • La conclusione della lunga lotta degli operai spagnoli dell’Ascón e i suoi insegnamenti • Le montature poliziesche e le meschine manovre opportuniste non ci scoraggiano! • Sulla cassa integrazione • Ferrovieri delle navi traghetto. La soluzione proletaria e quella borghese agli squilibri di paga e lavoro • Gli architetti sindacali progettano anche per i lavoratori edili un contratto-capestro • La campagna delle nostre sezioni francesi contro le crescenti misure a danno degli operai immigrati. - Viva l’unità internazionale della classe operaia - Contro le leggi anti-immigrati • Gli immigrati in Italia sono già 400 mila

Il Programma Comunista (1979/01 

1979/02

Per il comunismo, per la rivoluzione di classe e la dittatura del proletariato •Il convegno sulle cosiddette società post-rivoluzionarie. Nipoti dello stalinismo, liquidate pure il vostro falso marxismo • Bumedien o la nascita dello Stato algerino • La legge-quadro, camicia di forza per i lavoratori del pubblico impiego. Tetto salariale - Riduzione delle materie oggetto di contrattazione contro massimo coinvolgimento sindacale • Iran. L’eredità Pahlevi: rivoluzione capitalista alla cosacca (2-Fine) • Salta il patto sociale inglese • Recensione: Drammi gialli e sinistri della moderna decadenza sociale. Al grande disastro del capitalismo si aggiunge quello provocato dalle sue riforme risanatrici. Seveso, o l’impossibile controllo del capitale e dei suoi mali - L’agricoltura che uccide e l’arte borghese di rapinare il suolo • Capitalismo e agricoltura (Marx) • Indice per argomenti dell’annata 1978 (2-Fine) • Vita di partito. Per l’integrale riaffermazione della dottrina marxista • Ferrovieri delle navi traghetto. Duri ostacoli alla lotta di classe unitaria • Coordinamento operaio Lunigiana di Milano. L’orientamento è sempre meno chiaro • Vita di partito. Conferenza pubblica: Il marxismo, unica teoria della rivoluzione proletaria • Notri lutti [Bruno Bibbi]

Il Programma Comunista (1979/02 

 1979/03

Nel 60° del sacrificio di Rosa Luxemburg e Karl Liebknecht. L’ordine regna (ancora) nel mondo •Un male tutt’altro che oscuro • La borghesia vietnamita paladina dell’ordine • L’era dei miti • Destino di una finta rivoluzione • Una franca parola su antiterrorismo e terrorismo • Gara d’ipocrisia tra mercanti d’armi • Qui Italia: si gioca ai birilli • “Ottobre”: il lupo cambia il pelo (stalinista), ma non il vizio • La teoria dei bisogni, ovvero il riformismo dal basso. Riformismo “operaio” - Riformismo “dal basso” - Proletari o bohème? • Il PCI e la “terza via”. E’ problematico, molto problematico... • La Cina verso una politica di potenza. L’irresistibile affermarsi del processo di industrializzazione - Una nuova teoria militare • Deng ha conquistato “il cuore” degli americani • Riabilitati e con gli interessi • Miti e realtà del mondo borghese • Vita di partito - Per l’internazionalismo in difesa dei lavoratori immigrati - Alla manifestazione femminista del 20 gennaio - La manifestazione antifascista del 18 gennaio • Nostra stampa internazionale: El-oumami • Giù le manacce dal compagno Mario Acquaviva! • Rompere con il collaborazionismo sindacale • Austerità alla Jugoslava • Dalla Germania: Dopo 6 settimane di sciopero dei metallurgici

  

Il Programma Comunista (1979/03

 1979/04

E’ l’albero maledetto dello Stato nazionale, dell’economia nazionale, del “socialismo nazionale”, che va sradicato e abbattuto per sempre, in Asia come dovunque •Dall’Iran all’Indocina. Si precisano gli schieramenti e aumentano i pericoli di guerra • Lo SME. Arriva, non arriva... • Certo, è proprio uno scandalo quello dell’Alfasud • Riprendono a Milano le lotte per la casa • Disoccupazione e lavoro nero. Potenza del “comando capitalistico” o controllata reazione alla caduta del saggio di profitto? Esercito industriale di riserva e lavoro nero - La cosiddetta “economia sommersa” - Un fenomeno tutt’altro che casuale o saltuario • Malgrado l’opportunismo in tutte le sue varianti, la pace fra le classi è lungi dal regnare in Spagna • Alcune lezioni dall’Iran • Germania. La legislazione sui lavoratori immigrati • I lavoratori inglesi di fronte al nuovo “patto sociale” • Lavori di partito su Cina e Indocina • Un’opposizione che non esce da vecchie ambiguità • Opportunismo all’opera alla Liquichimica • Contro il collaborazionismo, disfattista lotta in difesa degli interessi di classe [volantino dipartito] • Brasile: L’altra faccia di una “vittoria elettorale”

   

Il Programma Comunista (1979/04

 1979/05

Il socialismo è internazionale ed internazionalista o non è socialismo (manifesto di partito) •La parola guerra sarà termine quotidiano nel Sud-Est asiatico, aprendo un ciclo di portata mondiale. 1) Guerra Cina-Vietnam e contesto internazionale - 2) I motivi della guerra sono anche interni - 3) La situazione militare e le sue probabili conseguenze - 4) La guerra Vietnam-Cina come arma ideologica della borghesia - 5) Conclusione • Il “taglio della spesa pubblica” necessità internazionale del capitalismo • La crisi siderurgica, “crisi di settore”? • Dal “socialismo in un solo paese” alla guerra fra paesi “socialisti” • Sessant’anni fa nasceva la Terza Internazionale • In Portogallo “rifioriscono” i garofani • Gran Bretagna. L’Inghilterra a un bivio: la socialdemocrazia è in crisi • L’Europa degli scioperi • Confessiamoci: dedicato agli “Orfani” • Il cuore di Wall Street batte per la Cina • La crisi siderurgica, “crisi di settore”? • La polizia scheda lo sciopero degli ospedalieri fiorentini • L’“opposizione operaia” a Roma

Il Programma Comunista (1979/05

 1979/06

Ed ora, di nuovo il Medio Oriente •Inghilterra. La lotta di classe non si affievolisce. Le agitazioni degli ultimi mesi - Ospedalieri - Enti locali - Impiegati dello Stato - Piattaforme petrolifere nel mare del Nord • I Grandi scioperi nella siderurgia francese. Il moltiplicarsi delle manifestazioni di collera operaia rafforzano la necessità di un fronte proletario di lotta • Pubblico impiego e “taglio della spesa pubblica”. La professionalità - La riscoperta dell’efficienza - No all’opera di divisione • Alloggi sfiti e requisizione. Grazie, signor pretore, della conferma • Relatività e determinismo (in morte di Albert Einstein) (Sul filo del tempo). Opinione, materia plastica - La “crisi” della scienza - Gli apporti di Einstein - Filosofie e Partiti - Lo spazio ed il tempo - Meccanica ed ottica - Etere rivelatore? - Addio tempo assoluto - Materia ed energia - Relatività allargata - Spazio e materia - Lo spazio-tempo storico • Giri d’orizzonte • Vita di partito. Riunioni pubbliche • Le “sinistre” sfogliano la margherita: amare la Cina o amare il Vietnam? • Due esempi di politica sindacale sciovinista. - In margine alla vertenza del gruppo Olivetti. Il sindacato all’offensiva... sul mercato internazionale - Alla Bartoletti-Forlanini di Forlì. Riconfermata la collaborazione di classe • Recensione. “Critica comunista”, ovvero la fiducia dei raddrizzatori di situazioni

  

Il Programma Comunista (1979/06

 1979/07

Fratelli d’Italia si scoprono l’urne! •Inghilterra: in vista massicci licenziamenti • “Grandi manovre” fra imperialismi. 1) Chi ha preso una “lezione” in Vietnam? - 2) La “strategia russa” - 3) Un groviglio di mine innescate nel mondo • Medio Oriente. Il pericolo per lor signori, l’augurio per noi • Problemi della lotta per la casa, contro la bancarotta riformista • Per una via d’uscita dalla disperazione del terrorismo romantico • Una chiara risposta ad un pennivendolo del “sistema di merda” • A sessant’anni dalla Repubbica Ungherese dei Consigli. Il periodo di transizione dal capitalismo al socialismo è la disciplinata e ferma dittatura della sola classe proletaria • La crisi siderurgica mondiale in cifre. Evoluzoone della produzione d’acciaio - Le cause di fondo della crisi. I governi all’opera per fronteggiarla • Lotta di classe internazionale • Vita di partito - In Grecia - In Francia - Milano: schema di riunioni sulla tattica • Rassegna della nostra stampa in lingua tedesca (Proletarier, Kommunistisches Programm) • Viva la lotta dei lavoratori dell’aria! • Tutti i mezzi sono buoni per dividere i lavoratori • Dalla Valbormida

  

Il Programma Comunista (1979/07

 

1979/08

Internazionalismo proletario, lotta indipendente di classe, parole d’ordine del 1° Maggio (manifesto internazionale) •La rivoluzione mondiale non passa per “l’Europa dei lavoratori” • La caccia alle streghe dell’“autonomia” mostra il vero volto della democrazia borghese • La grande abbuffata elettorale • Quando si dice parlar chiaro. Stato e sindacati contro i lavoratori dell’aria • Disoccupazione ed esplosioni sociali • Vita di partito [Interventi, Riunioni] • Medio Oriente. “Pace” o preparazione di nuove guerre con altri schieramenti? L’esempio dell’Iran - Il ruolo dell’Egitto - Contraddizioni crescenti - Forza lavoro e carne da cannone - Gli schieramenti - La presenza diretta degli Stati Uniti - Le masse sfruttate • Piombo sui disoccupati iraniani • Nuovo dramma della decadenza del capitale ad Harrisburg... eppure fino a pochi anni fa gli impianti nucleari erano decantati come il non plus ultra di perfezione e sicurezza... • Lettera dalla Spagna. Nessun patto, né formale né tacito, potrà impedire la lotta di classe • I cardini della piattaforma 1919 dell’Internazionale Comunista. La nuova epoca - La conquista del potere - La via della vittoria - Necessità di un’organizzazione internazionale comunista e proletaria • Per la costituzione di una vera opposizione di classe nelle lotte proletarie immediate • Note sulle lotte per la casa • La lezione del fallimento della Papa di San Donà. Rompere col collaborazionismo

  

Il Programma Comunista (1979/08

 1979/09

Menzogna e diversivo dell’Europa Unita •Prosegue e si intensifica, all’ombra delle elezioni, l’attacco alla classe operaia • Le recenti parate sindacali e opportuniste • Alla prova di forza della democrazia deve rispondere l’organizzazione della classe operaia • “La democrazia non può processare le opinioni”: le deve controllare e rendere inoffensive • Dall’economia capitalistica al comunismo (A. Bordiga, Conferenza di Milano del 2 luglio 1921) (1). Il capitalismo e la sua natura - L’evoluzione del regime capitalistico - La crisi finale della società borghese • Da: Stato e Rivoluzione di Lenin (Citazione) Sviluppi del falso socialismo sovietico. La corsa alla produttività accresce lo sfruttamento della classe operaia russa (1). Produttività e incentivi • Scioperi operai nella patria del “socialismo realizzato” • Vietnam. “Egemonismo” e riunificazione nazionale (1). Il PCV, figlio dello stalinismo, e la guerra di liberazione - Deliri trotskisti - Le distruzioni e i problemi ereditati dalla guerra • Orgia democratica post-elettorale in Spagna • Per la costituzione di una vera opposizione di classe nelle lotte proletarie immediate • Corrispondenza sindacale dalla Valbormida

  

Il Programma Comunista (1979/09

1979/10

Riformismo vecchio e nuovo al banco di prova delle elezioni •L’ABC dei comunisti nella questione del parlamentarismo • No alla farsa della democrazia rappresentativa! [volantino di partito] • Sul lavoro nero. Alcune linee di indirizzo nella prospettiva della lotta anche in questa categoria di proletari • Una premessa e alcuni dati sulla questione della droga (1) • Dall’economia capitalistica al comunismo (A. Bordiga, Conferenza di Milano del 2 luglio 1921) (2-Fine). Concetti errati della rivoluzione economica - Il compito economico dello Stato proletario nell’industria - Il controllo operaio - La socializzazione - La rivoluzione e l’economia agraria - L’evoluzione della economia agraria - L’aspra via della vittoria proletaria • Vietnam. “Egemonismo” e riunificazione nazionale (2-Fine). Le misure governative per l’integrazione del Sud - La “prova di forza” interna ed esterna e l’avvicinamento all’Urss - Per finire • Cina. “Eden dei diritti innati dell’uomo” • Sviluppi del falso socialismo sovietico. Socialismo o produzione individuale? (2). Pace e bene all’orticello familiare • Vita di partito. Conferenza pubblica a Milano [Verso la terza guerra mondiale?] • Sviluppi del movimento degli insegnanti precari • Repressione e solidarietà di classe

  

Il Programma Comunista (1979/10

 1979/11

L’ “Europa” nella prospettiva rivoluzionaria comunista •Carli e Lama (le contraddizioni interne allo sviluppo capitalistico) • Contadini e rivoluzione in Indocina. Realtà della rivoluzione cambogiana - Prospettiva della rivoluzione indocinese • Francia. Aspetti della nostra battaglia in difesa dei lavoratori immigrati • Già fu un tempo... • L’andamento dell’economia occidentale dalla crisi del 1975 ad oggi. Premessa - Come vanno le cose nell’area dell’OCSE - Stati Uniti - Giappone - Germania RF - Francia - Gran Bretagna - Canada – Italia • Gran Bretagna. “Nulla è cambiato, tranne il governo”. La campagna elettorale di Laburisti e Tories - Il nuovo governo e la classe operaia - Le prospettive di lotta • Come disfarsi di armi inutili. Dietro la favola del disarmo • La sola, vera risposta al rito liturgico della repressione democratica • Papà-Stato, sei grande! • Il vero pericolo del nucleare è d’essere in mano al capitale • Anche per i tessili il gioco è fatto (Corrispondenza da Schio-Thiene). Dalla bozza alla richiesta defintiva FULTA-Veneto • Lavoratori e precari scuola: blocco scrutini ad oltranza [Napoli]

  

Il Programma Comunista (1979/11

1979/12

Preparare il partito della rivoluzione comunista •Immutati i problemi della classe operaia dopo le elezioni • Lezioni e Parlamento. Il cadavere ancora cammina ma il suo passo è sempre più traballante • Un motivo in più per non cedere alle illusioni democratiche • Abolizione del lavoro salariato significa produrre per vivere invece di vivere per produrre. A quali leggi obbedisce la produzione capitalistica? - Dannazione della libertà d’intrapresa - Abolire la produzioone di merci significa abolire il lavoro salariato • Vita di partito. Riunione pubblica  a Torino: Lezioni dall’Iran e Indocina • Leggenda e verità dello sterminio nazista degli ebrei • Spagna. Il PSOE è rimasto orfano • Iran. Il fossato fra proletariato e borghesia è destinato ad allargarsi (1) • Radicali e annessi • Alcune considerazioni sulla lotta della Fiat • Esperienze della lotta dei lavoratori della scuola • Olivetti. Come non decolla una “vertenza pilota”

  

Il Programma Comunista (1979/12

 1979/13

Il capitalismo mondiale sotto il peso delle sue contraddizioni •Metalmeccanici. Accordo sulla mobilità, via libera ai licenziamenti • L’Europa della disoccupazione • Caratteristiche della lotta per la casa, oggi • Esempi di lotta proletaria autonoma. Vicenza: la lotta dei dipendenti comunali • Iran. Il fossato fra proletariato e borghesia è destinato ad allargarsi (2). Assicurare la continuità dello Stato e quella dell’apparato produttivo - Mobilitazione islamica antiproletaria • Il commercio “socialista” della forza lavoro operaia • Crisi a catena • Germania Occidentale. Il paese di un borghese che la sa lunga sul problema della lotta contro le “sinistre” [L’opposizione di “partiti semidefunti” - Marxismo e socialismo piccoloborghese] • Crisi petrolifera o guerra del petrolio? O entrambe e ancora di più? • L’inquietudine e la passione: miseria della esistenza umana nell’epoca capitalistica (2, dal n. 10/1979). La millantata autonomia dell’individuo e l’inferno che l’accompagna - L’angoscia che inchioda l’individuo alla rassegnazione può essere superata solo nella lotta di classe • Soweto, tre anni dopo • Per la costituzione di una vera opposizione di classe nelle lotte proletarie immediate. Comitato precari, lavoratori e disoccupati della scuola di Napoli - La lotta dei precari continua • Il gendarme di turno all’opera • Valbormida: sindacati sbirri e delatori • Francia: no al controllo sull’immigrazione!

   

Il Programma Comunista (1979/13

1979/14

La “tragedia vietnamita” è soltanto uno dei mille drammi segreti prodotti dal moto  vorticoso di espansione del capitalismo •La chiusura-beffa dei contratti • Se vuoi il petrolio, prepara le armi • Dopo Soweto • Le posizioni teoriche di “Autonomia Operaia” (1). Pragmatismo di partenza - Un’idea astratta del proletariato - La rivoluzione come volontà di rivoluzione - Il capitale come volontà di comando - Il feticco della ristrutturazione • Marxismo e “persona umana” (Sul filo del tempo). • La Cina sulla strada di superpotenza capitalista (Resoconto sommario del rapporto svolto alla Riunioone Generale di partito del 23-24 giugno 1979). Le premesse del maoismo - Il nodo dell’agricoltura - L’industria - Cicli economici e crisi • “Impero centrafricano”: un inferno sotto il tallone francese • La Germania nella morsa del conflitto Est-Ovest • Il Marocco alla vigilia della tempesta • Kuwait: portuali in sciopero. Quando lo sciopero incute paura agli Emiri • Un primo bilancio della lotta dei lavoratori della scuola • Per la costituzione di una vera opposizione di classe nelle lotte proletarie immediate. Comitato d’impianto di Firenze, Santa Maria Novella • Disoccupazione ufficiale

   

Il Programma Comunista (1979/14

1979/15

Trasformare la guerra economica in guerra di classe •Non è dal sandinismo che le masse sfruttate del Nicaragua possono “ottenere giustizia”. Inizi del movimento popolare - Una nuova ondata - Verso l’epilogo • A chi il governo? Sotto il livello della storia, al di sotto di ogni critica • Il killer è il camion o il capitale? • “Fascino borghese di una tranquilla felicità” • Cristianesimo e politica (Sul filo del tempo). • Le posizioni teoriche di “Autonomia Operaia” (2). Lo Stato come forma della volontà - Contro il superimperialismo, lotta di classe - La genesi della lotta nuova - Fabbrica “diffusa” o sovrapopolazione relativa? - Catastrofe, non passaggio - Valore d’uso assunto in cielo • Gran Bretagna. Il diavolo fa le pentole: ma i coperchi? • Contratto metalmeccanici. Il risultato della politica dei sacrifici: asservimento della classe operaia alle esigenze del capitale espresse dallo Stato

   

Il Programma Comunista (1979/15

1979/16

Dalla difesa all’attacco contro il capitale •La tragedia curda • Dopo-contratti, prospettive d’autunno • La condizione proletaria nel mondo Lavoratori precari della scuola. Un bilancio in vista della ripresa di settembre. Composizione del movimento - Ruolo dei sindacati - Organizzazione locale e nazionale dei comitati • I centri nevralgici del potere • Di previsioni si muore • Anticlericalismo e socialismo (Sul filo del tempo). • I comunisti, la repressione statale borghese, i processi politici (1) • Rhodesia-Zimbabwe. Tutti alla ricerca della via per evitare una soluzione rivoluzionaria. Gli USA di fronte all’urgenza di una svolta - La posta in gioco in Rhodesia - Dai piani del ’76 a quelli di oggi - La strategia di Lusaka • Marcuse, profeta del “piccolo mondo antico” • L’inflazione filtra anche ad Est • Ad amico che arriva... • Sul contratto dei chimici • Interessi superiori e divisione del lavoro

   

Il Programma Comunista (1979/16

1979/17

Dalla necessità della lotta di difesa economica l’esigenza della lotta politica rivoluzionaria •Non allineamento, o occhio del ciclone? • La polemica fra i brigatisti. Le due linee del velleitarismo spontaneista a confronto • La crisi come laboratorio sociale che riproduca su scala allargata l’angoscia e il bisogno di droga (3, dal n. 13 del 1979). Tutti i mali del capitalismo si accentuano e si esasperano in periodo di crisi - Strati intermedi, piccoloborghesi, intellettualità • La guerra dei tassi di interesse • I comunisti, la repressione statale borghese, i processi politici (2) • Le posizioni teoriche di “Autonomia Operaia” (3-Fine). Alla testa del movimento? - Lotta economica e lotta politica - Sfiducia nella riscossa proletaria - La pratica, l’inchiesta e i ragionieri del movimento - Per metà partigiani e per metà narodniki - Al solito: il partito da negare - Al solito: partito = prevaricazione - Al solito: democrazia contro ditattura • Irlanda, Kurdistan ecc. La classe operaia e le nazionalità oppresse • Per difendersi dall’attacco del capitale, gli operai inglesi devono lottare contro l’opportunsimo delle Trade-Unions • Spagna. Statuto dei lavoratori e regolamentazione del diritto di sciopero • La merce è merce • Autunno praghese • Stakhanovismo papale • Un contributo in difesa di sette licenziati • Ancora sulla crisi alimentare

   

Il Programma Comunista (1979/17) 

1979/18

Con la sua politica di pace sociale l’opportunismo prepara il proletariato alla terza guerra imperialistica •La triste traiettoria del sandinismo (2). Dal romanticismo guerrigliero al riformismo borghese - Il programma del 1978 - Il movimento del Popolo Unito • Centro Africa • Legalizzazione dell’eroina: demagogia ed impotenza • Chiamati a raccolta gli antistatalisti. Mercantilisti all’arrenbaggio • Bestialità del lavoro minorile • Dollaro, oro giallo e oro nero • Laicità e marxismo (Sul filo del tempo). • Passi avanti del capitalismo russo • Per un bilancio dei movimenti anticoloniali. Bibliografia sommaria - Le rivolte anticoloniali, fattore rivoluzionario storicamente limitato - L’opportunismo nella questione coloniale - Le prospettive della rivoluzione permanente - Slanci rivoluzionari antimperialistici e prostrazione del proletariato dei paesi imperialisti • Allah è davvero provvidenziale • Tutto colossale in Cina, anche la disoccupazione • La crisi capitalistica aggredisce l’Est • Vita di partito - In Francia. Comunicato di sostegno del Partito alle lotte degli immigrati - In Italia [riunioni pubbliche] • Lavoratori occupati e disoccupati: una via per spezzare l’isolamento • I recenti scioperi nel pubblico impiego mostrano la linea “dura” sindacale • Polveriera Brasile

    

Il Programma Comunista (1979/18

1979/19

Nell’ “era delle guerre e delle rivoluzioni” che si annunzia. Per la vittoria del comunismo rivoluzionario •Brividi di crisi, bagliori di guerra • Sindacati ed economia nazionale. La linea dell’Eur è morta per la classe lavoratrice? Viva la linea dell’Eur! • La via italiana della CGIL • Per un bilancio dell’evoluzione dei sindacati nell’epoca imperialistica. Necessità dell’associazionismo economico operaio - L’evoluzione controrivoluzionaria delle centrali sindacali - Il lavoro nei sindacati attuali - La prospettiva della rinascita dell’organizzazione di classe - Bibliografia sommaria • America. La solidarietà ai militanti operai incarcerati deve partire da basi di classe o non è solidarietà proletaria • Gragnuola di misure antiproletarie della borghesia algerina • Spagna: il PSOE non è più orfano

     

Il Programma Comunista (1979/19

1979/20

Preparare la rivoluzione comunista •I licenziamenti alla FIAT, la risposta del sindacato e la via di una ripresa della lotta di classe [volantino di partito] • Sempre più tesa la situazione internazionale. La “nuova crisi” cubana - Urss, Cina, Indocina - Germania, Europa, armamenti - Per concludere: il Medio Oriente • Vita di partito. I 61 licenziati Fiat e l’uso della forza nella lotta di classe. Riunione pubblica a Torino • Per la costituzione di una vera opposizione di classe nelle lotte proletarie immediate. La lotta contro i licenziamenti alla Lancia di Chivasso • L’intervento del Partito nelle lotte immediate. Dalle spinte economiche elementari al bisogno della lotta generale contro il capitalismo - Aprire la via, contro le altre forze politiche, alla curva ascendente del movimento proletario • Lenin, la democrazia e l’opportunismo • Un mese di sciopero dei portuali di Rotterdam • Sguardo alla nostra stampa internazionale. El Comunista - Der Proletarier • Il vulcano del Medio Oriente. Il lungo calvario della trasformazione dei contadini palestinesi in proletari (1). Dal codice ottomano alla grande rivolta del 1933-1936 • Argentina. Di fronte alle migliaia di “scomparsi” la “sinistra” si inchina a Sua Maestà l’OAS! • Olivetti: 4500 licenziamenti. La causa degli operai Olivetti è quella di tutti i lavoratori • In morte di O. Damen • Nostri lutti [Francesco Costanzo, detto “Cichin”]

     

Il Programma Comunista (1979/20

1979/21

Ricordati delle due guerre imperialistiche! •Rapporto alla riunione sindacale di partito in Italia (1). La situazione della classe operia - Bilancio del lavoro con i disoccupati - Natura degli organismi - Le rivendicazioni • Situazione internazionale. Crisi economica e crisi finanziaria • Vita di partito - Ritornare all’Ottobre rosso, a Lenin, alla Terza Internazionale! - Droga, disperato tentativo di evadere dall’inferno della società capitalistica - La polemica fra Autonomia Op. E BR - Riunioni in Veneto • Droga. Le riforme dei borghesi e i falsi partiti operai di fronte al fenomeno della droga (3 - dal n. 17 del 1979, Fine). La situazione attuale e la sua specificità - Alcune risposte ai conservatori, ai democratici e ai riformisti - Le recenti proposte di penalizzazione e le diverse posizioni politiche • A proposito di droghe. Come la società borghese si abitua ai mali che essa stessa produce • Recensioni. I peggiori servizi a Trotsky li rendono i trotskisti (a proposito di All’opposizione nel pci con Trotsky e Gramsci, e scritti di Trotsky Sull’Italia) • Il vulcano del Medio Oriente. Il lungo calvario della trasformazione dei contadini palestinesi in proletari (2). La nascita di Israele e la guerra di espropriazione - Nuova ondata espropriatrice con la guerra del 1967 • Papa Wojtila a Napoli, ovvero miseria sociale e miseria religiosa • Napoli Orientale. SNIA VISCOSA, una vicenda esemplare nella vecchia zona industriale (e volantino di partito) • I 61 licenziati Fiat. I ricatti della FLM • L’inflazione in Polonia

     

Il Programma Comunista (1979/21) 

1979/22

Offensiva padronale e riformista. Controffensiva proletaria di classe •Dalla resistenza operaia contro i licenziamenti alla Fiat nasce il Comitato nazionale contro i licenziamenti • Il problema della riunificazione tedesca (1). Problema tedesco come frutto delle sfere di influenza - I presupposti di un grande mutamento - l’Ostpolitik • Quadrante. Delizie dall’Ulster - Primo comandamento: piegare il groppone - Scioperi sì, ma solo in guanti bianchi • Per la costituzione di una vera opposizione di classe nelle lotte proletarie immediate. - Licenziamenti Fiat: Aperta la battaglia contro l’attacco padronale e il collaborazionismo sindacale - Dalla Francia: La lotta della sezione sindacale CGT di Créteil-Parigi contro l’indirizzo collaborazionista della propria federazione • Capitalismo ed emigrazione • Capitalismo assassino • Rapporto alla riunione sindacale di partito in Italia (2-Fine). Bilancio dell’attività fra i lavoratori occupati: Le rivendicazioni - Lotta contro l’aumento dei ritmi e dei carichi di lavoro - Difesa intransigente del posto di lavoro - Difesa intransigente del salario - Compiti del partito • Il vulcano del Medio Oriente. Il lungo calvario della trasformazione dei contadini palestinesi in proletari (3-Fine). Nuova ondata espropriatrice con la guerra del 1967 - Il capitale genera i suoi becchini – Bibliografia • India e “legge della giungla” • Sciopero nell’edilizia a Belo Horizonte - Brasile. Una magnifica fiammata proletaria • Per la costituzione del Comitato nazionale contro i licenziamenti (volantino di partito)

      

Il Programma Comunista (1979/22

1979/23

Allarme (per noi e per gli altri) dal Golfo Persico •Da una rigidità all’altra. Cassa integrazione, mobilità e collaborazione sindacale • Nel Venezuela la terra scotta • Sindacato ed organismi di lotta nell’esperienza degli ospedalieri • Il problema della riunificazione tedesca (2-Fine). Ostpolitik e Deutschlandpolitik - Berlino, termometro della “distensione” - Coronamento della prima fase dell’Ostpolitik - Conclusioni: la seconda fase dell’Ostpolitik • Il ciclo delle rivoluzioni nazionali e anticoloniali volge alla fine (Resoconto del Rapporto alla Riunione Generale di partito, 2-3 novembre 1979). Ciclo del capitalismo e aree geografiche - Ciclo rivoluzionario borghese di ieri e di oggi - Bilancio delle rivoluzioni anticoloniali • Riscoprono Trotsky, ma solo per ricondannarlo a morte • La liquidazione dei rapporti di dipendenza coloniale che tengono unito l’Ulster alla Gran Bretagna, interesse assoluto e diretto del movimento operaio [Errata corrige nel n. 24/1979] • Gran Bretagna. British Leyland: 25.000 licenziamenti per referendum • L’inflazione aggredisce anche l’Est. Il “socialismo” cinese: un capitalismo come gli altri • Germania Est: crescita, prosperità, stabilità, bla, bla, bla • Socialisti assenteisti • Per l’unione fra occupati e disoccupati. Dal proletariato del napoletano un esempio di lotta che spinge a contrastare tutti i tentativi di divisione di classe • Assegni familiari, fisco, pensioni. Le rettifiche proposte dal sindacato non contrastano per nulla il continuo peggioramento delle condizioni di vita • Massiccio sgombero a Catania. Abbandonati al loro destino e alla repressione 4000 senza casa

       

Il Programma Comunista (1979/23

1979/24

Proletario, se vuoi la pace nel mondo prepara la guerra di classe! •L’elmo di Scipio della democrazia internazionale e nazionale • Per l’organizzazione proletaria • Riconciliazione fra chiesa e scienza, o alleanza fra “scienza” e chiesa? • Sguardo alla nostra stampa internazionale. Il “Proletarier” • L’evoluzione dei sindacati in Germania e in Italia (Resoconto del Rapporto alla Riunione Generale di partito, 2-3 novembre 1979) (1). Prima del 1914 - I misfatti della collaborazione dopo la guerra - La follia politica dei “sindacati rossi” - Il nazismo e il sindacato - Il secondo dopoguerra • Recensioni. I lumi degli storici (sul centenario della nascita di Trotsky e Stalin) • La “Corrente Comunista Internazionale”, ovvero la fobia dell’autorità. Non c’è Stato proletario - “Masse” e “capi” - Dittatura e partito - Rivoluzione simultanea? • Nicaragua: il sandinismo all’opera • Olanda. Sguardo retrospettivo allo sciopero dei portuali di Rotterdam • Autoritratto di un marxista... ortodosso • Per la costituzione di una vera opposizione di classe nelle lotte proletarie immediate. Un altro passo nell’organizzazione del Comitato Nazionale contro i licenziamenti • Il Comitato Nazionale contro i licenziamenti alla manifestazione Olivetti di Ivrea • “Socialismo” indebito • Errata corrige [sul n. 23/1979]

 

Il Programma Comunista (1979/24

 

Informativa 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.  Per saperne di piu'