Mercoledì, 27 Ottobre 2021

«Il Programma comunista» 1975

1975/01

Al compromesso storico prima o poi ci arriveranno [Errata nel n. 2/1975] • Fronte unito proletario e organizzazioni tradizionali, oggi.  Lenin e i Comitati contadini rivoluzionari - Fronte unico con “esclusione delle componenti borghesi”? (Errata nel n. 2/1975) • Il compromesso storico ai tempi di ...Lenin • Trofei della socialdemocrazia. Germania - Svizzera - Inghilterra – Grecia • Violenza della classe dominante • Orientamenti pratici di azione sindacale. Premessa - La crisi e il fronte unito borghesia-opportunismo - Nella morsa della crisi - Rivendicazioni primarie: In difesa del salario reale; Per la riduzione della giornata lavorativa; A tutela dei licenziati, disoccupati, pensionati, emigranti in rientro dall’estero - Questioni parallele o derivate: Cottimi e incentivi; Ristrutturazione; Nocività; Qualifiche - Nota conclusiva • Necessità e limiti della lotta quotidiana di resistenza contro il capitale • Mille piani per la casa, e sempre daccapo • Una crociata in difesa dell’ordine • Sostenete la stampa del partito • Risposta di classe al riformismo nella scuola (2). Classici del marxismo - “Carta delle libertà” dell’insegnante - Diritti sindacali - Novità: la valutazione del servizio - “Fatiche d’Ercole” per un impiego - Cogestione e “tattica elettorale” • Indice generale dell’annata 1974 • Il CUB: un’organizzazione di base “aperta” o “chiusa”? (2) Il partito opera nel movimento, ma non si identifica con esso • L’Argentina all’ora del peronismo (2) • Espulso dalla CGT per... reato di sciopero

Il Programma Comunista (1975/01

1975/02

Il capitalismo è sempre necessariamente aggressivo • Crisi capitalistica e politica del PCI 1. Il movimento operaio e la crisi (1). Ieri: tesi dell’Internazionale - Oggi: apologia del capitalismo • L’importanza della lotta contro la disoccupazione nella tradizione comunista. Operai disoccupati e occupati, una sola classe - Diritti sindacali per i disoccupati - Salario integrale ai disoccupati - Propaganda e azione dei comunisti • Europa disoccupata • Errata corrige [sul n. 1/1975] • Le doglie dell’Etiopia. La “rivoluzione culturale” etiopica - Il “socialismo specificamente etiopico” - Il muro della questione agraria - L’Eritrea • Spagna. Lotte operaie, repressione, “aperture” • In che senso esiste una questione femminile? I. Le posizioni dell’opportunismo (1). Il P.C.I. • Tra collaborazione e primitivismo “tattici” • Segui il tuo corso e lascia dir le genti • Glorie del laburismo • Medio Oriente. Vicende del mini-imperialismo israeliano. Lo sviluppo del nuovo Stato - La crisi attende • Al disopra delle frontiere • Ad ulteriore conferma • FIAT-Sindacati: cogestione ad oltranza • Dal Vicentino. Vertenze aziendali e vertenza generale

Il Programma Comunista (1975/02

1975/03

“Dittatura proletaria” e “società socialista” nella nuova costituzione cinese • Crisi capitalistica e politica del PCI. 2. Sul ruolo del sindacato (2). Passato e presente del movimento sindacale - Prefascismo, fascismo, postfascismo - Contraddizioni non contraddittorie • Tempi grami per gli USA • Padre e figli: il Pci e i “gruppi estremisti”. Lotta sì, ma insieme alla Dicì - Da dove nascono i gruppi? • Il Congresso nazionale di Lotta Continua. Fra codismo spontaneista e “maturazione” opportunista. La riconquista della verginità - L’atteggiamento verso il PCI - L’autonomia operaia - Il partito spontaneista - La corrente di sinistra • Involuzione dei movimenti di liberazione nazionale in tutta l’Africa australe. La Rhodesia - Il “buon esempio” del Mozambico e dell’Angola - La pressione Sud-Africana - Nota finale • La borghesia si interroga sul suo futuro • In che senso esiste una questione femminile? II. Le posizioni “femministe” (2). A proposito del salario delle casalinghe • La vera lotta di difesa ha ancora da iniziare

Il Programma Comunista (1975/03

1975/04

Il proletariato e la crisi. Condizioni obiettive - Il governo forte - Un terreno vitale • I risultati della “prosperità” borghese. Sovraproduzione, disoccupazione crescente, abbassamento del tenore di vita. Il mondo borghese sprofonda una volta di più nella crisi. Diminuzione della produzione - L’inflazione e l’offensiva del capitale contro i lavoratori - Salita vertiginosa della disoccupazione – Conclusione • Otto Bauer, il centrismo o la rivoluzione altrui. La filosofia della rinuncia - La rivoluzione la facciano gli altri – Epilogo • Portogallo: la questione del sindacato unico • Lettera dalla Sardegna. Imprese e relativi reggicoda • Disoccupazione in marcia • Vita di partito. Dalla Francia: una traccia sicura • Crisi capitalistica e politica del PCI. 3. Crisi economica e “soluzioni” opportuniste. Vie nuove, capitalismo vecchio - Bilancia, investimenti, cinghia operaia - “Conquista dei mercati”, preludio alla guerra calda - Concludendo (3-Fine) • L’ennesima tragedia mineraria • Ancora una volta l’opportunismo scava la fossa ai proletari disoccupati • Le pensioni dei dipendenti dei monopoli di Stato ulteriormente decurtate • L’appello alla lotta delle masse indocinesi • Vita di partito. Una serie di ben coordinate iniziative

Il Programma Comunista (1975/04

1975/05

L’ideale comune di borghesi e opportunisti • L’8 marzo è proletario e comunista • Cina. Speculazioni vicine e lontane • Disoccupazione in marcia • Marxismo e partigianismo (Sul filo del tempo). • Letture varie. Recensione su “I rapporti a Mussolini sulla stampa clandestina 1943-1945” • Un compito “modesto” ma vitale • L’apporto della donna proletaria è indispensabile per la vittoria del socialismo. Lenin, La giornata internazionale delle operaie, 1921 • I decreti delegati dopo le elezioni. Si accentua la crisi dell’extraparlamentarismo di fronte all’offensiva opportunista. La situazione dell’opportunismo - Banalità “ultrasinistre” - Prospettiva di azione - Programma rivendicativo e “tattica” • La “nuova politica del lavoro” in Svizzera • L’esperienza di un organismo di base “aperto” all’Italsider di Bagnoli. Primi passi - Interventi in assemblee - Battute d’arresto e ripresa - Prospettive future • “Profeti” e avvoltoi • Vita di partito - Una vivace protesta operaia a Torino - Per lo sciopero dei pubblici dipendenti a Udine - Una nostra parola a Trieste • Lama, il razionalizzatore • Evviva i proletari nigeriani!

Il Programma Comunista (1975/05

1975/06

La menzogna della “democrazia non violenta” • Basi oggettive e delimitazione programmatica del fronte unico proletario (1). Il fronte della borghesia e dell’opportunismo - La prospettiva del fronte unito del proletariato oggi, sulla scorta dell’esperienza storica delle nostre battaglie e nella dottrina • Alta strategia sindacale • Quando l’opportunismo si mobilita in veste “rivoluzionaria” • Svizzera. Una giornata di... rifiuto di ogni azione • Disoccupazione in marcia • Guardiamoci intorno. Sul convegno provinciale dei “circoli operai” di Venezia-Mestre • Vittoria sull’inflazione • Corso dell’imperialismo mondiale (1). Gli sviluppi della concentrazione capitalistica - La cartellizzazione dell’industria • Riforma agraria in Etiopia e secessione eritrea • Democrazia: sindacalizzare i militari e militarizzare i sindacati • Il “secondo decennio di sviluppo” nell’Africa nera • Ultima trovata, il “risparmio-casa” • Una lotta dei tramvieri a Napoli

Il Programma Comunista (1975/06

1975/07

Non si vede, ma c’è, il compromesso storico • Bilancio di un’esperienza tragica. Il proletariato nella seconda guerra mondiale e nella “resistenza” antifascista (1). Trent’anni dopo - Dal socialfascismo ai fronti popolari • Curdi, Palestinesi, Yemeniti, popoli oppressi dall’imperialismo e dalle proprie borghesie nazionali • Il vero dramma dell’Indocina • Venezuela. Inalberata la bandiera della lotta di classe a Città Guayana • Corso dell’imperialismo mondiale (2). Sviluppi della cartellizzazione - La  centralizzazione finanziaria – Conclusione • Basi oggettive e delimitazione programmatica del fronte unico proletario (2). L’esperienza fondamentale del 1921 - Compiti permanenti e valutazioni delle diversità storiche - Obiettivi precisi in una prospettiva definita • Lettera dalla Sardegna. Episodi di vigorosa lotta proletaria alla Centrale del Taloro e all’Anic di Ottana • L’arma del passato, del presente e del futuro • Solidarietà con i proletari in divisa • Espulso un compagno dalla CGIL. Ci avrete sempre e dovunque fra i piedi! • FIAT: “cogestione” a gonfie vele • Come, secondo lor signori, si esce dal tunnel

Il Programma Comunista (1975/07

1975/08

1 Maggio 1945 - 1 Maggio 1975. I frutti amari di un trentennio di pace democratica e di prosperità capitalistica • Riformismo o Stato forte? Una falsa alternativa (1). Come lo Stato diviene riformista - L’Italia riformista - Tre piani di azione della borghesia • Attenuata l’aspra lotta per la spartizione del plusvalore; dove va il capitalismo italiano? • Bilancio di un’esperienza tragica. Il proletariato nella seconda guerra mondiale e nella “resistenza” antifascista (2). Dai fronti popolari al Patto Ribbentrop-Molotov - Dalla “svolta” del 1939 al luglio 1943 - 25 luglio-8 settembre • Portogallo: dai garofani al pungno di ferro. La legalità sono io: la forza! - I due problemi cruciali - La responsabilità del PCP e del PSP • Scienza “neutra” • Il Giappone, o le contraddizioni del capitale internazionale (1) • La democrazia non ha poi la mano così leggera • I sindacati dalla lotta di classe alla conciliazione fra le classi. Austria – USA • I proletari pensionati in balia del loro destino... • Gli interessi degli operai di una fabbrica sono comuni a quelli di tutte le altre • Crepato il gran macellaio di Formosa [Chiang Kai-shek] • Contro i mille diversivi della lotta di classe • Finirà in “clemenza e riconciliazione” la guerra di liberazione indocinese? • Disoccupazione in marcia

Il Programma Comunista (1975/08

1975/09

Fascismo e antifascismo, strumenti gemelli del rafforzamento dell’ordine costituito • Il ciclo del “risveglio dell’Asia” si è chiuso solo per riaprirsi su un piano più alto • Riformismo o Stato forte? Una falsa alternativa (2). Il riformismo, un ingrediente necessario dello Stato forte - La cogestione - La riforma dei corpi di polizia – Postilla • Dagli al fedayn • Bilancio di un’esperienza tragica. Il proletariato nella seconda guerra mondiale e nella “resistenza” antifascista (3). Il CLN: origini e funzioni - La rinascita sindacale - La “svolta di Salerno” • Portogallo: dalle urne si leva una voce: la pacchia è finita! [Sguardo a sinistra - Il “bonapartismo” - La doccia fredda delle urne] • Cronache della “prosperità” capitalistica [Stati Uniti e crisi - Inflazione ad Est come ad Ovest] • Nostro Primo Maggio. Francia - Germania [volantini di partito] • Il Giappone, o le contraddizioni del capitale internazionale (2) • Per la solidarietà fra operai delle piccole e grandi fabbriche • Stalinisti di Schio all’opera • Contingenza e pubblico impiego

Il Programma Comunista (1975/09

 

1975/10

Asse USA-URSS. A nemico che fugge ponti d’oro... perché ritorni • Dateci oggi il nostro Stato di polizia “eccezionale” - domani si vedrà. “Diversivo” democratico alla repressione - Il MSI fuori legge? • La macchina infernale delle leggi, degli stanziamenti e dei voti • Un’altra riforma utile alla borghesia: quella delle forze armate. Convergenze di intenti – Concludendo • Perù. Miti e realtà del riformismo peruviano • Bilancio di un’esperienza tragica. Il proletariato nella seconda guerra mondiale e nella “resistenza” antifascista (4). Il PCI contro il “radicalismo” - La “linea di sinistra” nella Resistenza - Il lavoro della Sinistra nel ’43-’45 - Torre d’avorio? • Ancora su crisi e rivoluzione. I fattori complessi della crisi - 1919 ed oggi - La vera “occasione” da non perdere • Nel vortice della referendumania • La logica sublime del Partito Svizzero del Lavoro [Errata nel nr. 11] • Disoccupazione in marcia

Il Programma Comunista (1975/10

1975/11

All’appello alle urne opponiamo l’appello alla lotta di classe • Portogallo: due arlecchini servitori di un padrone • Cronache della crisi • I difficili equilibrismi elettoriali degli ex-rivoluzionari. False lezioni dal Portogallo - La “via nazionale al socialismo” - La “strategia” sindacale è quella della CGIL • 1° maggio di lor signori • Lenin e la parola d’ordine del “controllo operaio” (1). Il destino di una parola - La parola del “controllo operaio” dall’aprile al luglio 1917 • “Pace sociale” in versione giapponese • È l’imperialismo che genera la fame... e ne trae profitto • L’Iran, polo di accumulazione capitalistica nel Medio Oriente. L’agricoltura - L’industria - Nuovi sviluppi • Lotte proletarie e leggi eccezionali (Sul filo del tempo) • Errata corrige [sul n. 10/1975]

Il Programma Comunista (1975/11

1975/12

A caccia di “governi operai” si smarrisce la via della rivoluzione proletaria • Abbasso la DC... viva l’opportunismo. Breve rassegna delle posizioni “di sinistra” alle elezioni. Democrazia Proletaria - Lotta Continua e i G.C.R. • Cile. Dalle chiacchiere ai fatti (cioé gli investimenti) • Vicende del “socialismo” jugoslavo • Solidarietà di classe tra ocupati e disoccupati [volantino di partito] • Lenin e la parola d’ordine del “controllo operaio” (2). La parola del “controllo operaio” dall’aprile al luglio 1917 • Trent’anni di evoluzione imperialistica. Dietro le parole di pace, i preludi dei futuri cozzi interimperialistici (1). La situazione internazionale dopo la seconda guerra mondiale - Gli anni della guerra fredda • Wilson fa la voce grossa • Civiltà dell’acciaio • Cronache della crisi • Resistenza e gruppi extraparlamentari. La triplice AO-PDUP-LC - Lotta Comunista - IV Internazionale • Piccoli episodi chiarificatori • Efficienza, efficienza! • L’Accordo-bidone nel settore scuola • L’impero finanziario dei sindacati tedeschi

Il Programma Comunista (1975/12

 

1975/13

Il Partito Comunista Italiano, una Democrazia Cristiana da tempo di crisi [Errata nel nr.14] • Dopo il “voto rosso”. Le aspettative degli “strateghi” andranno deluse. L’arduo problema - Collaborare col PCI per non farlo collaborare con la DC... - Dietro la piccola borghesia - Decisiva sarà la lotta • Portogallo: Che cosa ci servite: “democrazia pluralistica” o “dittatura del proletariato”? L’unità che uccide - La presa di posizione del Partito Comunista Portoghese - Il solito “pluralismo” protetto e controllato • Il mondo che conta • A proposito di nazionalizzazioni. La borghesia dà un ceffone marxista all’opportunismo • Lenin e la parola d’ordine del “controllo operaio” (3) • “L’affare del secolo” è naturalmente USA • Trent’anni di evoluzione imperialistica. Dietro le parole di pace, i preludi dei futuri cozzi interimperialistici (2). La “lunga marcia” delle forze economiche. 1 Sguardo ai paesi dell’est - 2. Sguardo ai paesi occidentali - Alcuni dati statistici - Conseguenze politiche del modificarsi dei rapporti interimperialistici fino all’inizio degli anni ’70 • Crisi petrolifera e paesi dell’“area socialista” • letture. Arrivano i professori in marxismo “dernier cri” • “Gestione operaia” in Cile • Cronache della crisi • Napoli. Uno sciopero che scandalizza borghesi e opportunisti

Il Programma Comunista (1975/13

1975/14

Dal “contratto sociale” alla disciplina forzata del lavoro • Lotta ad oltranza per la difesa delle condizioni di vita dei lavoratori [volantino di partito] • Il PCI non è garanzia di vita eterna • Qualcosa si muove alla FIAT e dintorni • Movimento dei soldati. Solidarietà di classe, non lamentele democratoidi • Lenin e la parola d’ordine del “controllo operaio” (4-fine) • Nostri interventi. Solidarietà di classe coi lavoratori immigrati - Contro lo sciovinismo del PCF in veste “progressista” - Appello internazionalista ai lavoratori sloveni - Sulla questione femminile - Abbasso l’interesse nazionale ed i suoi difensori! • Trent’anni di evoluzione imperialistica. Dietro le parole di pace, i preludi dei futuri cozzi interimperialistici (3). Cenni economici sugli anni ’70. La battaglia monetaria, commerciale e del petrolio - L’incremento degli scambi Est-Ovest e loro conseguenze - La guerra dei capitali • Capitalismo e alimentazione umana [La posizione marxista - La bancarotta alimentare del capitale] (I) • La lotta di classe... è corporativa • Portogallo. Siamo costretti ad usare la forza, pardon • Catania. Uno sciopero spontaneo • Errata corrige [sul n. 13/1975]

Il Programma Comunista (1975/14

 

1975715

Democrazia blindata • Movimento dei soldati. Opportunismo stalinista... - e opportunismo “extraparlamentare • Ripresa d’autunno e “sindacati alla svolta” • Qui Roma: parla il partito di nuova socialdemocrazia • Nostri interventi. Questioni generali e valutazioni di fatto in riunioni pubbliche - Spagna. Lotta di classe o riconciliazione nazionale? - Disoccupazione e organismi immediati operai • Trent’anni di evoluzione imperialistica. Dietro le parole di pace, i preludi dei futuri cozzi interimperialistici (4-fine). Gli anni del mito della “distensione” - Alcuni fatti recenti significativi. a) Frizioni nei paesi “socialisti”, b) Frizioni nell’occidente – Conclusioni • Lisbona al ritmo di Luanda • Portogallo. L’unità che ansima • Cunhal, Soares e la democrazia [Errata nel n. 16/1975] • Capitalismo e alimentazione umana (2). Bancarotta della scienza borghese • I due estremi, entrambi pestiferi, dell’agricoltura capitalistica • Fasti socialdemocratici. Ipocrisie laburiste - Genialità consigliare • Vita del partito. Sulle riunioni regionali toscana e triveneta • La grave situazione operaia in Campania • Nostri lutti. Quirino Pedrazzoli - Trentesimo dall’assassinio di Mario Acquaviva • Comunicato di solidarietà al gruppo anarchico “Germinal”

Il Programma Comunista (1975/15

1975/16

Lo “Spirito di Helsinki” è quello dell’ipocrisia pacifista, umanitaria e democratica • Piani di emergenza e classe operaia • CRISI. Sindacati e lotta di classe. Un compito “storico” da assolvere - La strategia dell’opportunismo • La lotta di classe in soffitta! • Rassegna degli eventi portoghesi (2). Il documento del MFA dell’8 luglio - Il discorso di Vasco Gonçalves - Le diverse prese di posizione - La Vandea in marcia - Le posizioni del MES • Corso dell’imperialismo e crisi (Rapporto alla Riunione Generale del 17-18 maggio 1975) (1) - Necessità delle crisi capitalistiche - Periodicità delle crisi e ciclo della produzione capitalistica • A proposito della “riscoperta” editoriale della Sinistra Comunista. Amadeo Bordiga militante rivoluzionario, non pensatore solitario. Contro le deformazioni dell'editoria borghese, opportunista o ultrasinistra, va riaffermato il carattere militante di un'opera che non è frutto delle intuizioni geniali di un pensatore solitario, «profeta inascoltato», ma arma collettiva di battaglia per il partito e perla classe. Storia degli storiografi - Editoria e Partito - La questione del “nome” - Il minimo che possiamo e dobbiamo pretendere • Sviluppi della crisi economica mondiale • Osservatorio italico. Rei confessi e debitamente assolti - Sostanza ed etichetta - I “nuovi” amori PDUP-PCI • Errata corrige [su Cunhal, Soares e la democrazia]

Il Programma Comunista (1975/16

1975/17

L’ora sciagurata degli eserciti “progressisti” • L’agitazione dei ferrovieri. Viva la lotta di classe! Abbasso la collaborazione fra le classi! La dura lotta dei ferrorvieri napoletani - Solidarietà coi ferrovieri in Sicilia • Volete democrazia? Tenetevi Wall Street! • La Confindustria non si allarma affatto • La “lezione di leninismo” è andata a vuoto • Solidarietà coi proletari in divisa • Rassegna degli eventi portoghesi (2). La costituzione del triumvirato - Tutti unitari - I vescovi all’assalto - Il nuovo governo - Il “documento dei nove” - Ma tutti discordi - La situazione in Angola - La “proposta di lavoro per un programma politico” • Lotta rivoluzionaria, Partito di classe e militanza comunista (1). La Lega dei comunisti, 1847 - Il Partito bolscevico, 1902-1903 • Il Sub-Continente indiano in fermento [L’India - Il Bangladesh] • Corso dell’imperialismo e crisi (Rapporto alla Riunione Generale del 17-18 maggio 1975) (2). Illustrazione della crisi attuale. Produzione industriale - Movimento dei prezzi - Il commercio mondiale - Pauperizzazione della classe operaia. Disoccupazione - Peggioramento delle condizioni di vita della classe operaia • Il Giappone e i suoi malanni • Sindacati agli ordini • Dalla Ruhr, estate. Note dal mondo tedesco del lavoro • Impostazione di classe ai nostri problemi [su un nostro volantino di partito] • Cronache della crisi • Per la vertenza della Lanerossi

Il Programma Comunista (1975/17

1975/18

Dalle tragiche vicissitudini del modo di produzione capitalistico l’urgenza della lotta per il comunismo • Viva la guerra di classe! • Vertenze d’autunno. Contribuire affinché la classe operaia non pieghi la testa, è compito militante dei rivoluzionari. Occupazione - Controllo dell’uso della forza lavoro - Salario - Parità normativa operai-impiegati - Orario di lavoro – Straordinario • Argentina, un primo bilancio • “Socialismo”, agli sportelli di banca • Pace capitalistica • Cronache della crisi • Lotta rivoluzionaria, Partito di classe e militanza comunista [La Sinistra e il PCd’I] (II) • Rassegna degli eventi portoghesi. Dal “Fronte rivoluzionario” al governo De Azevedo - Premessa della svolta a sinistra del PCP - Il “fronte rivoluzionario” (3) • Solidarietà di classe contro le repressioni • Corso dell’imperialismo e crisi (Rapporto alla Riunione Generale del 17-18 maggio 1975) (3). La crisi e i paesi “socialisti” • Flussi e riflussi nella combattività operaia a Torino e cintura. La cintura torinese - Tira un’aria nuova? - La Singer - Boicottaggio opportunista • Vita di Partito. La dura esperienza dei Fronti popolari in Francia e Spagna [conferenza pubblica] • Dal Cile al Portogallo, una conferma del marxismo rivoluzionario. I partiti parlamentari di sinistra - Il MFA - Il “poder popular” - Le condizioni e la via della ripresa proletaria di classe

Il Programma Comunista (1975/18

1975/19

Borghesia e opportunismo preparano il “dopo Franco” • Risposta di classe ai crimini franchisti • Il banco di prova del pubblico impiego. Verso un nuovo galateo della lotta di classe. Primo: non scioperare • No ai blocchi nazionali delle classi, blocchi di guerra imperialista • In Germania come in Italia, il capitale tenta di imporre col ricatto la tregua sociale • Lotta rivoluzionaria, Partito di classe e militanza comunista (3). La Sinistra e l’Internazionale - La Sinistra oggi • Corso dell’imperialismo e crisi (Rapporto alla Riunione Generale del 17-18 maggio 1975) (4). Corso catastrofico del capitalismo mondiale • Brasile. Vicende del sottosviluppo • Recenzioni. Le prodezze di Talpone [sui “Testi sul comunismo”, editi da La Vecchia Talpa] • Portogallo. Il test della questione coloniale (1). I maoisti • Da Carrara. “Arco democratico” o lotta di classe? • Nostri interventi. Contro la crisi capitalistica, lotta di classe [volantini di partito a Bologan e Ivrea] • I ferrovieri e la necessità di allargare il fronte di lotta • L’agricoltura zoppica…

Il Programma Comunista (1975/19

1975/20

Il riformismo tradisce due volte i proletari: nei loro obiettivi storici e nei loro obiettivi immediati • Investimenti e occupazione. Il programma antiproletario dell’opportunismo. Conferme in serie - Gli investimenti - L’occupazione - Il salario - Ordine soprattutto • Un passo avanti e due indietro sulla via della “ripresa economica” • Il babau della reazione • Portogallo. Anche la via democratica ha la sua “normalizzazione” • Portogallo. Il test della questione coloniale (2). La Liga comunista internacionalista • Spagna. La borghesia e l’opportunismo preparano il “dopo Franco” (2) • Crisi e Giappone • Per un movimento proletario dei soldati. Contro il crumiraggio in divisa • Cronache della crisi • Cina. Agnelli, aiutaci tu! • Trieste, zona A, zona B... No ai confini “nazionali” borghesi! Il confine è di classe, tra proletariato e borghesia internazionali! I sacri confini, ieri e oggi - Si vis bellum, para pacem - Il proletariato e Trieste - Soprassalti fascisti - Contro l’opportunismo! • Viva i ribelli proletari della “favelas” brasiliane! • Intercambiabilità delle funzioni • CUB svendonsi • Nostri interventi. [Schio, Bolzano] • Napoli rivoluzionaria…

Il Programma Comunista (1975/20

1975/21

Proletari e campesinos spagnoli hanno bisogno di ben altro che di una restaurazione democratica • Inaugurazione emblematica delle vertenze alla Innocenti Leyland • Abbasso il nazionalcomunismo! Viva l’internazionalismo proletario! • Nel regno dell’investimento e dell’accumulazione, miseria crescente del proletariato. • Trieste. Lotte operaie, processi di stato ed opportunismo sindacale • Azienda pubblica uguale a socialismo? • Il programma rivoluzionario della società comunista elimina ogni forma di proprietà del suolo, degli impianti di produzione e dei prodotti del lavoro (1). Engels ed i programmi socialisti agrari - Socialisti e contadini in fine dell’800 - Programmi francesi - La lamentevole conclusione - Serie di formule false - Falso miraggio della libertà - Proprietà e lavoro - Impresa industriale ed agraria • Portogallo. Di fronte a “normalizzazione” e “ripresa del lavoro” la risposta deve essere: lotta di classe e di difesa indipendente dallo stato progressista • Nostri interventi. Messina, Ivrea, Firenze [volantini di partito] • Problemi della lotta di classe. Tra i ferrovieti - Nella scuola • Gli investimenti? • La minibatracomiomachia. La tenzone per la casa dello studente a Milano • Produzione, armamenti e… socialismo

Il Programma Comunista (1975/21

1975/22

Morto Franco, l’équipe medica della democrazia tenterà di ibernare il proletariato spagnolo • Ancora sul mito degli investimenti per superare la crisi (1). Gli investimenti per uscire dalla crisi - L’esigenza della ristrutturazione • Primo comandamento. CGIL-CISL-UIL: calare le brache in dolcezza. Che la destra non sappia che cosa fa (o dice di fare) la sinistra - Dilemma sindacale: marketing o lotta di classe? • Il capitalismo si arma contro la crisi e contro il proletariato • Il programma rivoluzionario della società comunista elimina ogni forma di proprietà del suolo, degli impianti di produzione e dei prodotti del lavoro (2). L’estrema aberrazione - Il grande dettato di Marx - Marx e la proprietà della terra - Come se la sbriga Marx - Contro ogni proprietà parcellare • L’Angola e l’Europa • Per un movimento proletario dei soldati. Regolamento Forlani, ristrutturazione dell’esercito e opportunismo • La “giovane Europa” in versione PCI (1). Conferenze sì e conferenze no - “Il principio del consenso” - Internazionalismo + socialismo = eurocapitalismo “progressivo” - La “giovane Europa” picista • Innocenti: come vendere la pelle degli operai • Una serie di vertenze tipo nel Vicentino • Una lezione dagli edili portoghesi

Il Programma Comunista (1975/22

1975/23

Democrazia: chi ti accetta rinuncia a qualsiasi “processo rivoluzionario”, chi ti sostiene è contro la rivoluzione • Piattaforma FLM. Un contratto per tempo di crisi • Ribadita vocazione nazionale delle centrali sindacali • Medio Oriente. Il dramma del Libano • Sulla dichiarazione comune PCI-PCF. Due fratelli un solo padre, il capitale • Svizzera. Un supplemento di pace del lavoro • Germania. I bonzi si giustificano • Il programma rivoluzionario della società comunista elimina ogni forma di proprietà del suolo, degli impianti di produzione e dei prodotti del lavoro (3). La questione agraria francese - Classi e produttori - Nazione e società - Nemmeno la società proprietaria della terra • Torino, L’azione antiproletaria è insita nell’opportunismo, non “scelta” degli opportunisti • Lotte dei ferrovieri. Il convegno nazionale degli organismi di base a Roma • Una serie di vertenze tipo nel Vicentino • “La soluzione c’è” • Nostri interventi. Milano: solidarietà coi licenziati della Innocenti - Ivrea-Torino, allo sciopero regionale - Firenze: alla Manetti e Roberts - Valle Bormida

Il Programma Comunista (1975/23

1975/24

Sotto il berretto frigio l’elmo d’acciaio • Evoluzione dei contrasti imperialistici nell’Asia orientale e sud-orientale. Strategia della dominazione americana in Asia - Consistenza della potenza americana in Asia - Imperialismo americano e imperialismo giapponese nel sud-est asiatico - Particolarità dei rapporti nell’Asia di sud-est e loro conseguenze - Cina e Russia - Dove va il Sud-Est asiatico? • Il programma rivoluzionario della società comunista elimina ogni forma di proprietà del suolo, degli impianti di produzione e dei prodotti del lavoro (4-Fine). Utopia e marxismo - Proprietà e usufrutto - Valore di uso e di scambio - Lavoro oggettivato e lavoro vivente - Morte dell’individualismo • Danza di sciacalli intorno alla preda sahariana • Cronache della crisi • Notizie dall’Est. L’URSS al riparo dalla crisi - L’ordine regna a Varsavia • La nostra visione della democrazia nel ciclo apertosi nel secondo dopoguerra • Nel Vicentino. La vertenza Lanerossi • La Cisl a Breganze. Al servizio del padrone • PCI e Sindacati denunciano i lavoratori “assenteisti” • I ferrovieri e le elezioni per il consiglio di amministrazione. Il teatrino elettorale ha chiuso i battenti. I problemi dei ferrovieri restano • Vita di Partito. Proletariato e legalità borghese • Nostri interventi. Scuola. Appello ai corsisti - Un’assemblea a Savona sulla piattaforma sindacale - Savona: Il fallimento della Mammut - Milano: allo sciopero del 4 dicembre - Bolzano: Alla Lancia non passa l’espulsione di un nostro compagno dal CdF

Il Programma Comunista (1975/24

Informativa 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.  Per saperne di piu'