Chi siamo

DISTINGUE IL NOSTRO PARTITO: La linea da Marx Lenin alla fondazione dell’Internazionale comunista e del Partito Comunista d’Italia; alla lotta della sinistra comunista contro la degenerazione dell’Internazionale; contro la teoria del socialismo in un Paese solo e la controrivoluzione stalinista; al rifiuto dei fronti popolari e dei blocchi partigiani e nazionali; la dura opera del restauro della dottrina e dell’organo rivoluzionario a contatto con la classe operaia, fuori dal politicantismo personale ed elettoralesco

Sedi di partito e punti di contatto

MILANO, via dei Cinquecento, 25, citofono: Ist. Prog. Com. (zona Corvetto; MM3; Bus 95) — lunedì ore 18,00 
MESSINA (nuovo punto di contatto), Piazza Cairoli - l’ultimo sabato del mese, dalle 16,30 alle 18,30)
ROMA, presso "Libreria Anomalia", via dei Campani, 73 — primo martedì del mese dalle 17,30 
TORINO,  Prossimo incontro pubblico a Torino sabato 12 settembre 2020, ore 15,30, c/o Circolo ARCI CAP, corso Palestro 3/3bis
BENEVENTO, presso Centro sociale Asilo Lap31, Via Bari 1 - il primo Venerdì del mese, dalle ore 19.00.

Corrispondenza

Per la corrispondenza scrivere a:
Istituto Programma ComunistaCasella postale 272 - Poste Cordusio 20101, Milano.
Per brevi comunicazioni o per inviarci i vostri ordini (testi, giornali, articoli etc.) potete anche utilizzare il seguente indirizzo di posta elettronica
info@internationalcommunistparty.org
Contatti
Martedì, 07 Luglio 2020
DISTINGUE IL NOSTRO PARTITO: La linea da Marx a Lenin alla fondazione dell’Internazionale comunista e del Partito Comunista d’Italia; alla lotta della sinistra comunista contro la degenerazione dell’Internazionale; contro la teoria del socialismo in un Paese solo e la controrivoluzione stalinista; al rifiuto dei fronti popolari e dei blocchi partigiani e nazionali; la dura opera del restauro della dottrina e dell’organo rivoluzionario a contatto con la classe operaia, fuori dal politicantismo personale ed elettoralesco. 

 

«Il Programma Comunista» 1953

 Inizio  Indietro  1952  1953  1954  1955 1956 1957 1958 1959 1960 1961 1962 1963 1964 1965 1966 Avanti Fine

 

1953/01

  • Alla greppia dello Stato • America pigliatutto • Le convulsioni della siderurgia italiana • Del posticino in Parlamento e d'altre cose • Il patriarca Alessio, papa stacanovista •  Piace alla Borsa americana Eisenhower • Borghesi fautori delle nazionalizzazioni • Segreti di Stato • Il carbone sardo e le delizie del mercantilismo • Svegliarino: Non saper aspettare • Le sardine a Tito e le lische a Vidali • Cose lette • Anchilosi dell'Europa • Inno a Roma • Spazio contro cemento (Sul filo del tempo) • Gli anarchici santificano B. Croce • Una riunione di Partito a Forlì il 27-28 dicembre: Teoria ed azione • Il programma rivoluzionario immediato • Vita del Partito •

Il Programma Comunista (1953/01)


1953/02

  • Niente in comune fra proletari e parlamento • Di qua e di là • Complotti russi - 200 milioni meno nove? • Marty pianga se stesso •  La lobbia di Eisenhower • Sangue e ancora sangue contro dollari • Retroscena dell'alleanza anglo-americana • Compiti dell'avanguardia comunista in Francia • I servi negri • I trotzkisti e Stalin • Comunismo marca Stalin • Federazione europea = Santa Alleanza • Capitalismo classico - Socialismo romantico (Sul filo del tempo) • Moti coloniali e rivoluzione proletaria • Piccola filosofia elettorale • Vita del Partito •

Il Programma Comunista (1953/02)

1953/03

  • L'America tira le somme • Disoccupati semipermanenti • La crisi dello stalinismo sarà crisi di tutto lo schieramento politico borghese • Caro-seduta • Giungla capitalista • 21 gennaio 1921 • Con l'E.N.I., statalismo batte liberismo • Auto russe vendonsi • Non fare agli altri • In principio era Stalin • La Francia fra il Si ed il No • L'Orso ed il suo grande romanzo (Sul filo del tempo) • Utilità pubblica, cuccagna privata • Da Trieste - Prospettive di un'agitazione • Riunioni • Nostri lutti • Il migliore dei mondi possibili • Uno schema della riunione di Forlì • Cronaca •

Il Programma Comunista (1953/03)

1953/04

Il Programma Comunista (1953/04)

1953/05

  • Morto un papa se ne farà un altro • Tutti concordi per rafforzare lo Stato • Calendario • Moralizzare • Piombino • Anche su Nitti piangono! • Oradour e dintorni • Il «marxismo» di Tito • In Asia, capitalismo importasi •  Delizie italiche - Quinto: libertà di contagiare • Alta cultura • CISL e UIL si apparentano anche ufficialmente •  Capitalismo è accentramento • Questi socialisti belgi • Unità Verità • Anima del cavallo vapore (Sul filo del tempo) • Su che cosa si fonda la certezza del socialismo • Persia tormentata •  La spiegazione di un perché • L'Europa nella giungla dei nazionalismi • Partiti colabrodo •

Il Programma Comunista (1953/05)

1953/06

  • Al di là della leggenda staliniana • Crisi siderurgica e proposte di nazionalizzazione • Il caro Krupp • Il fedelissimo • Bombe elettorali •  L'Europa nella giungla dei nazionalismi • In nozze peronismo-stalinismo • Isterismi militaristi dall'Inghilterra • Raccomandabile la Cina demo-popolare • Oh gran virtù dei sindacati americani • Malenkov-Stalin: toppa, non tappa (Sul filo del tempo) • Il capitalismo di stato in Italia • Multe e... stalinismo • A Trieste come volevasi dimostrare • Coesistenze •

Il Programma Comunista (1953/06)

1953/07

  • Truffa a destra ed a sinistra • Tito e Churchill • Guerra, lubrificante del capitalismo • L'altalena dei Santi Padri •  Brevetto all'Indocina • Auguri • Europa liberalizzante •La solfa della pace • Il ridicolo che non uccide • Piombino • Qualche insegnamento dal bilancio della Montecatini • Imperialismo e flotte mercantili • Capitalismi nati «statali» • Il battilocchio nella storia (Sul filo del tempo) • La patria in pericolo • Vita del Partito •

Il Programma Comunista (1953/07)

1953/08

  • Sull'elettore una lacrima • Taccuino dell'Urna • Economia capitalistica • L'affare Dreyfus in lingua russa • Consumata la farsa dell'insurrezionismo stalinista • Inchieste sui braccianti • Confindustria, CGIL e siderurgia • Quinto: libertà di contagiare • La «mungitura su giostra» • L'hanno detto loro • Superuomo ammosciati (Sul filo del tempo) • A settanta anni dalla morte di Marx • Due grandi scioperi • Vita del Partito •

Il Programma Comunista (1953/08)

1953/09

  • I tornei elettorali dei Partiti di S.M. il Capitale • Nel ginepraio dell'opportunismo • L'allegra distensione • La conferma dell'astensionismo • Utilità pubblica • Epopee elettorali • Misteri del capitalismo di Stato • Credito... socialista • La macchina che abolisce il lavoro manuale • A proposito dei capitalismi nati statali • E piangono • Fantasime Carlailiane (Sul filo del tempo) • Riuscitissima riunione a Genova dell'organizzazione del nostro Partito • Rapporto sul tema: Economia e crisi dell'Occidente •

Il Programma Comunista (1953/09)

1953/10

  • Il proletariato rivoluzionario non voterà per nessuno •Primo comandamento: uccidere • Siderurgia e regime capitalista • Onestà in buone mani •Candidati in fregola, televisionatevi! • Il trionfo di Marmittone • I reggicoda dello stalinismo • Siderurgia e regime socialista • La gragnola dei licenziamenti • Pruriti britannici • Tutti gli ossi fanno brodo • La batracomiomachia (Sul filo del tempo) • L'inviolabile sovranità popolare • Glorie del capitalismo: Figli come capitali

Il Programma Comunista (1953/10)

1953/11

  • La montagna elettorale ha partorito il topo • È l'Italia che aiuta l'America • Fotografie di famiglia • Il morto giace ed il vivo si da pace • Dio e mammona simboli delle democrazie popolari • La grande parata • Confessioni postume • L'imperialismo si scava la fossa • Il socialismo poterà nella foresta della grande industria aeronautica • Piccola filosofia della guerra • Gracidamento della Prassi (Sul filo del tempo) • La vertigine dell'acciaio • Vita del Partito • Nostri lutti •

Il Programma Comunista (1953/11)

1953/12

Il Programma Comunista (1953/12)

1953/13

Il Programma Comunista (1953/13)

1953/14

Il Programma Comunista (1953/14)

1953/15

  • Al coperto di un «Governo di affari» l'attesa del pateracchio internazionale. • L'Iran cambia rotta annegando nel petrolio • Si scoprono gli altarini • Gli scioperi francesi denunciano una crisi che non è soltanto della Francia.• Berlino dalla rivolta proletaria alla guerra dei pacchi • In Corea - Dagli affari in guerra agli affari in pace • Le grotte della ricostruzione nazionale • Un capitalismo che ingrassa • IV Repubblica e Marocco • È morto a Piombino il compagno Daddi • Vita del Partito •

Il Programma Comunista (1953/15)

1953/16

  • Risorge lo spettro infernale dell'irredentismo• Anche Mosca esporta capitali • Un certificato di buona condotta • Il ministero «di affari» distribuirà elemosine • Farsi la faccia • Il 18 aprile di Adenauer • Di che abbonda il capitalismo • Sa anche di stalinismo il nostro pane quotidiano • To' chi si rivede • Se Mosca piange Roma non ride • L'eterno miraggio della bistecca • Storia ad usum delphini della lotta contro il fascismo • Chi giudicherà i giudici • Nulla di nuovo sotto il sole della società borghese • I fattori di razza e nazione nella teoria marxista (Rapporto alla riunione interregionale di Trieste) - Parte prima • La verità su uno sciopero triestino •

Il Programma Comunista (1953/16)

1953/17

Il Programma Comunista (1953/17)

1953/18

Il Programma Comunista (1953/18)

1953/19

Il Programma Comunista (1953/19)

1953/20

Il Programma Comunista (1953/20)

1953/21 

  • Il baraccone nazionale fa acqua: tutti i partiti gli mettono una pezza • Churchillismo degli staliniani • Non attacca con Trieste• La Jugoslavia si occidentalizza • Dove se ne va la distensione? • Uno di più che riarma, il Giappone • Reparto profilassi • È il capitalismo che ci appesta • L'impossibile non-indipendenza dell'Indocina • Le solite delizie italiche • Il cosiddetto «comunismo bianco» • Prospetto introduttivo alla questione agraria (Sul filo del tempo) • L'amnistia, gli anarchici e noi • Dalle Tesi di Roma • Non attacca •

Il Programma Comunista (1953/21)

1953/22

  • Anche gli attivisti del buon dio al salvataggio delle aziende • Cinque scellini • È uno scandalo a Trieste scioperare per il ventre• Sgambetto fra cugini • Franco eredita i consigli di gestione aziendale • Guyana • Giovani nati vecchi • E poi negano la concorrenza pacifica • La giustizia borghese perfeziona i suoi metodi • I morti parlano in Polonia ed in Italia • Le ironie macabre dell'imperialismo • Le scadenze del patrio governo • Lavorare ma non troppo • La ruota della storia torna indietro • Democrazie progressive • Stregoneria della rendita fondiaria (Sul filo del tempo)• Ribattendo i chiodi - Dittatura proletaria e partito di classe • La voce del ferroviere • Chiusura alla Magona •

Il Programma Comunista (1953/22)

1953/23

  • Zucchero sulla bomba atomica • A loro i profitti, a noi le perdite • L'immonda farsa dell'amnistia • Beria e compagni • Scioperi • Un simbolo della società borghese • Ricordando la Comune di Varsavia • Imperialismo e lotte coloniali • Pelle nera • Lui, lei e l'altro (la terra, il denaro e il capitale) (Sul filo del tempo) • I massimi problemi • Ribattendo i chiodi - Dittatura proletaria e partito di classe • Una delle tante riforme agrarie • Comunicazioni di Partito •

Il Programma Comunista (1953/23)

 

 Inizio Indietro  1952  1953  1954  1955 1956 1957 1958 1959 1960 1961 1962 1963 1964 1965 1966 Avanti Fine

 

Informativa 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.  Per saperne di piu'