Chi siamo

DISTINGUE IL NOSTRO PARTITO: La linea da Marx Lenin alla fondazione dell’Internazionale comunista e del Partito Comunista d’Italia; alla lotta della sinistra comunista contro la degenerazione dell’Internazionale; contro la teoria del socialismo in un Paese solo e la controrivoluzione stalinista; al rifiuto dei fronti popolari e dei blocchi partigiani e nazionali; la dura opera del restauro della dottrina e dell’organo rivoluzionario a contatto con la classe operaia, fuori dal politicantismo personale ed elettoralesco

Sedi di partito e punti di contatto

MILANO, via dei Cinquecento, 25, citofono: Ist. Prog. Com. (zona Corvetto; MM3; Bus 95) — lunedì ore 18,00 
MESSINA (nuovo punto di contatto), Piazza Cairoli - l’ultimo sabato del mese, dalle 16,30 alle 18,30)
ROMA, presso "Libreria Anomalia", via dei Campani, 73 — primo martedì del mese dalle 17,30 
TORINO,  Prossimo incontro pubblico a Torino sabato 12 settembre 2020, ore 15,30, c/o Circolo ARCI CAP, corso Palestro 3/3bis
BENEVENTO, presso Centro sociale Asilo Lap31, Via Bari 1 - il primo Venerdì del mese, dalle ore 19.00.

Corrispondenza

Per la corrispondenza scrivere a:
Istituto Programma ComunistaCasella postale 272 - Poste Cordusio 20101, Milano.
Per brevi comunicazioni o per inviarci i vostri ordini (testi, giornali, articoli etc.) potete anche utilizzare il seguente indirizzo di posta elettronica
info@internationalcommunistparty.org
Contatti
Lunedì, 26 Ottobre 2020

DISTINGUE IL NOSTRO PARTITO: La linea da Marx a Lenin alla fondazione dell’Internazionale comunista e del Partito Comunista d’Italia; alla lotta della sinistra comunista contro la degenerazione dell’Internazionale; contro la teoria del socialismo in un Paese solo e la controrivoluzione stalinista; al rifiuto dei fronti popolari e dei blocchi partigiani e nazionali; la dura opera del restauro della dottrina e dell’organo rivoluzionario a contatto con la classe operaia, fuori dal politicantismo personale ed elettoralesco. 

La lotta di classe ridivampa in Europa col poderoso moto polacco (1980)

Sono raccolti in questo opuscolo, dopo un'introduzione e una cronologia degli avvenimenti polacchi, un insieme di articoli usciti su "Il Programma Comunista", che vanno dal 1953 all'agosto del 1980.


 

Indice

  • Introduzione
  • Cronologia degli avvenimenti
  • I proletari ci hanno dato tutto il possibile: hanno bisogno che si faccia altrettanto con loro
  • Gli operai polacchi a Danzica e dopo
  • Volantino di partito: "I moti operai di Polonia, punta avanzata della lotta indipendente del proleatriato in Europa e nel mondo"
  • Le sirene dei cantieri del Baltico hanno urlato ancora
  • Loro signori, intanto, "solidarizzano"
  • La crisi morde ad Ovest, ma anche ad Es  

Appendice

  • La rivolta operaia fa tremare i detentori del potere capitalistico in Polonia. ( Il Programma Comunista, n° 13, luglio 1976) 
  • Anche in Polonia gli operi si battono contro il capitale ( Il Programma Comunista, n°2, 1971)
  • Non democrazia, ma comunismo! (Il Programma Comunista, n°1, 1971)
  • Poznan rossa ( Il Programma Comunista, n°14, 1956)
  • Tra i due fuochi dell'imperialismo l'ordine regna a Poznan ( Il Programma Comunista, n°15, 1956)
  • Ricordando la Comune di Varsavia ( Il Programma Comunista, n°23/'53 e n°1/1954)

 

Nota: Altri nostri articoli (non pubblicati nell'opuscolo) sui moti polacchi oltre a quelli elencati:

 

  • Le democrazie popolari dopo Poznan ( Il programma Comunista, n° 17, 1956)
  • Con la tresca immonda fra comunismo e democrazia tutto hanno sfasciato, i cani rinnegati ( Il Programma Comunista, n°22, 1956)
  • L'Ordine regna a Danzica (Il Programma Comunista, n°4, 1971)
  • La fiamma di Danzica e Stettino ridivamperà più intensa ( Il Programma Comunista, n°5, 1971)
  • I più recenti sviluppi della crisi polacca ( Il programma Comunista, n°7, 1971)
  • Le premier éveil du prolétariat polonais et ses causes ( Programme Communiste,  n°51-52, 1971) 
  • Attraverso il commercio la crisi viaggia verso est ( Il Programma Comunista, n° 3, 1976)
  • In Polonia, aguzzini al lavoro ( Il Programma Comunista, n°14, 1976) 

Informativa 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.  Per saperne di piu'